Festeggiamenti per San Giusto in forma ridotta

Una messa alle 21 lunedì (1 giugno) per celebrare il santo patrono di Porcari

Porcari celebra il suo santo patrono, San Giusto. Compatibilmente con l’emergenza coronavirus ancora in corso e con i decreti in vigore, lunedì (1 giugno) il paese rispetterà la ricorrenza. Lo farà con una messa alle 21, nella chiesa parrocchiale intitolata al santo (l’unica al momento aperta per le funzioni religiose), mentre non ci saranno processioni o cortei di fedeli per evitare assembramenti.

Alla celebrazione in chiesa parteciperà una delegazione dell’amministrazione comunale. I cittadini che vorranno essere presenti dovranno presentarsi a partire da mezz'ora prima dell’inizio, in modo da consentire il rispetto del protocollo di ingresso. Non sarà possibile entrare dopo che la messa sarà iniziata. È obbligatorio indossare la mascherina.

“San Giusto, quest’anno, apre il mese di giugno. Un momento – dice il sindaco, Leonardo Fornaciari – che per Porcari rappresenta tradizionalmente condivisione, cultura e festa. In questo 2020 che ci vede uniti nell’affrontare la pandemia abbiamo dovuto rinunciare a molto, ma non vogliamo perdere lo spirito di questa ricorrenza. La storia di San Giusto ci racconta di un assedio, vinto con il dono del pane: un gesto di fratellanza che sconcerta, potente più delle armi. Questo è un messaggio anche profondamente laico, che facciamo nostro, soprattutto in quest’emergenza che ha rafforzato i legami tra le persone e ne ha ravvivato la solidarietà”.

In occasione della festa del patrono gli uffici del Comune di Porcari e la biblioteca comunale resteranno chiusi. Saranno garantiti i servizi essenziali tramite reperibilità.

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=79643
Stampa Post