#NO5G Lucca

Sabato 20 Giugno 2020 il comitato #STOP5G di Lucca aderisce alla giornata nazionale di mobilitazione unitaria promossa dall'Alleanza Italiana Stop 5G con un flah mob in piazza S.Michele dalle ore 17,30 alle ore 18,30.

Si vuole denunciare la pericolosa deriva elettromagnetica contenuta nel dossier “Iniziative per il rilancio – Italia 2020-2022”, redatto per il Governo Conte dal Comitato di esperti in materia economica e sociale, guidato da Vittorio Colao che dal 2019 fa parte del comitato direttivo (Board of Directors) della società di telefonia wireless Verizon. Cio costituisce un palese conflitto d'interessi.

Già 346 Sindaci hanno emanato ordinanze urgenti e contingibili fermando il pericoloso wireless di quinta generazione e 520 Comuni d’Italia hanno approvato atti amministrativi precauzionali.




anche alcuni comuni a noi vicini come Pistoia e Pescia , con ordinanze ad hoc, hanno vietato ogni tipo di sperimentazione e istallazione di tecnologia 5G dato che mancano studi preliminari sulla valutazione del rischio sanitario per le persone e per l’ecosistema. I due Sindaci, come massima autorità sanitaria comunale, hanno fatto valere il “principio di precauzione”

Un genitori, un nonno, un semplice cittadino, alla luce dei rischi sopra riportati, come può non preoccuparsi, considerato che a capo della task force che da settimane suggerisce il governo sul da farsi, c'è il direttore di Verizon, fornitore di banda larga e di telecomunicazioni?

Al flash mob sono stati invitati il Sindaco Tambellini e l'assessore all'Ambiente Raspini




Comitato #NO5G Lucca

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=80011
Stampa Post