Appuntamenti della settimana di Real Collegio Estate

Dal Covid-19 all’Indo-Pacifico, dalla musica da camera al vernacolo: ecco il programma della seconda settimana di Real Collegio Estate
Talk, musica, geopolitica e vernacolo per la seconda settimana di appuntamenti con Real Collegio Estate, rassegna di incontri nel chiostro medievale di Santa Caterina, a due passi dalla basilica di San Frediano.
Domani (14 luglio) alle 21,15 ancora Covid-19 al centro del talk condotto dal giornalista Paolo Mandoli. Dopo la conversazione dello scorso martedì con i medici Sauro Luchi e Alberto Tomasi, il ragionamento sulla pandemia in corso prosegue con il dottor Luigi Rossi, direttore della zona distretto della Piana di Lucca, e con il dottor Alessandro Romboli, responsabile dell’aggregazione funzionale territoriale (Aft) di Ponte a Moriano.
Mercoledì (15 luglio) alle 18,30 spazio alla musica da camera con il Trio Chagall, che si esibirà nell’ambito del festival Virtuoso & Belcanto organizzato in collaborazione con il Teatro del Giglio di Lucca. L’ensemble nasce nel 2013 al conservatorio di Torino e vede Edoardo Grieco al violino, Francesco Massimino al violoncello e Lorenzo Nguyen al pianoforte. Il nome Chagall è un dichiarato omaggio al pittore, ammirato del trio per i suoi legami con la musica e per la forza espressiva nell’uso del colore.
Giovedì (16 luglio) all 21,30 sarà presentato il nuovo numero della rivista italiana di geopolitica Limes, intitolato L’Indo-Pacifico non è pacifico. Riflettori accesi su un mare divenuto palcoscenico del confronto tra superpotenze più importante del nostro tempo: quello fra la Cina di Xi Jinping e gli Stati Uniti di Donald Trump. Saranno presenti Fabrizio Maronta, redattore, consigliere scientifico e responsabile delle relazioni internazionali di Limes e Giorgio Cuscito, consigliere redazionale e curatore del Bollettino Imperiale della stessa rivista.
Infine venerdì (17 luglio) alle 21 andrà in scena il vernacolo lucchese a ruota libera, tra poesie e letture di brani a cura di due cultori del teatro e delle parole delle nostre origini, di un mondo contadino, saggio e irriverente al tempo stesso: Marco Nicolosi e Giovanni Giangrandi.
Si consiglia, per ogni appuntamento, di presentarsi con almeno 15 minuti di anticipo per consentire lo svolgimento delle corrette procedure anti-contagio previste dalla normativa per gli spettacoli all’aperto.

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=80495
Stampa Post