Leo Badiali: “È successo ancora”

Leo Badiali: “È successo ancora”
è il primo singolo del giovane cantautore toscano

Dal 7 settembre in radio e in digitale on line anche il video ufficiale del brano
link https://youtu.be/9OWwnVX_7Q8
Da oggi, lunedì 7 settembre, è in rotazione radiofonica e disponibile su tutte le piattaforme digitali È successo ancora, il singolo di debutto del giovane artista versiliese Leo Badiali.
(smarturl.it/LeoBadiali_E_S_A).È on line anche il video ufficiale della canzone, disponibile su YouTube (https://youtu.be/9OWwnVX_7Q8).
Il diciannovenne toscano, talento della batteria, esordisce come autore e interprete con un brano dal sound fresco e accattivante, giocato su un efficace intreccio ritmico e melodico e sul richiamo alla tradizione del cantautorato pop italiano.
Prodotto da Marco Barusso e Guido Carli, È successo ancora racconta la magia di un incontro a fine estate e il brivido dell'infatuazione.
«Quante volte ci capita di non trovare quel che vogliamo proprio perché lo cerchiamo con troppa ostinazione? Spesso gli incontri migliori sono dettati dal caso», spiega Leo Badiali.
«È successo ancora parla dell’estate, del sole, delle cotte estive e dell’ebbrezza; è la descrizione di quelle emozioni che tutti, giovani e meno giovani, hanno provato almeno una volta nella vita.»
Il videoclip che accompagna il singolo, diretto da Guido Alberto Mattei (Mindbox Studio), rende omaggio ai suggestivi scorci della Versilia, sfruttando gli intensi contrasti cromatici che caratterizzano il territorio. Le distese di grano e i campi di girasoli, le spiagge e i tramonti sul mare diventano il perfetto scenario di una storia d'amore adolescenziale, fatta di giochi di sguardi e romantiche trepidazioni.

Leonardo (Leo) Badiali, classe 2001, nasce a Massa e cresce a Querceta, cittadina della Versilia dove vive tuttora. Si accosta alla musica sin dall'infanzia, grazie al padre Mario, cantautore, e al fratello maggiore Pierfrancesco, che gli trasmette la passione per le percussioni.
Alle scuole elementari Leo intraprende lo studio della batteria, dimostrando presto il suo talento dietro alle pelli, tanto che nel 2012 collabora con Roberto Vecchioni come percussionista per il progetto AmatAfrica, associazione nata per aiutare i bambini del Ruanda. Dopo la scuola media si iscrive al Liceo Musicale Felice Palma di Massa, dove perfeziona anche lo studio della chitarra e del pianoforte. Nel 2015, inoltre, inizia un percorso didattico da privatista con Guido e Dario Carli, professionisti di caratura internazionale.
A partire dal 2016 Leo milita in diverse formazioni, spaziando tra il rock, il funk, il jazz, la fusion e il pop, e nel 2018 partecipa allo show televisivo Italia's Got Talent con il gruppo rock The M. Nello stesso anno diventa primo batterista della Silent King Big Band, l'orchestra jazz della Regione Toscana, diretta da Alberto Solari. Nel 2019 inizia un percorso di perfezionamento in batteria con David Lo Cascio e nell'estate dello stesso anno, grazie al Festival Umbria Jazz, ottiene la borsa di Studio 2021 per l'Accademia Berklee di Boston. Si aggiudica inoltre il primo posto al Contest Festival delle Apuane per la migliore interpretazione canora di un brano inedito. All'inizio del 2020, Leo Badiali decide di dedicarsi all'attività di compositore e paroliere e a settembre 2020 esordisce come cantautore con È successo ancora, il suo primo brano inedito, prodotto da Marco Barusso e Guido Carli.

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=81474
Stampa Post