Nuovo look per la stazione di Ghivizzano-Coreglia

Una stazione più moderna, accogliente e sicura. Concluso l’intervento alla stazione ferroviaria di Ghivizzano-Coreglia, realizzato grazie ai lavori e alle risorse di Rfi, in base alle sollecitazioni e al confronto con l’amministrazione comunale e in particolare con il consigliere comunale Stefano Reali. Una delle porte di accesso, turistiche e non solo, per il nostro comune, per la Mediavalle e per tutta la Valle del Serchio in generale è adesso più sicura e più fruibile da parte degli studenti, dei pendolari e turisti.
“Un intervento che per le casse comunali è costato zero - spiega Stefano Reali -. Tutta l’opera è stata realizzata da RFI, grazie al lavoro e al supporto della Regione Toscana, in particolare degli assessori regionali Vincenzo Ceccarelli e Marco Remaschi, e del sindaco di Coreglia, Valerio Amadei. La stazione oggi si presenta più accogliente e più adatta alle esigenze di chi utilizza il treno come mezzo di trasporto, sia esso un turista curioso di scoprire le bellezze del nostro territorio, sia esso un pendolare che quotidianamente vive la stazione. Un intervento necessario, così come ci aveva più volte sollecitato anche il comitato dei pendolari, coordinato da Michel Rocchiccioli, che ringrazio per la sua attività di monitoraggio e di pungolamento costante per migliorare la qualità del servizio. Da tempo sono in contatto con RFI e per raggiungere questo obiettivo è stato necessario un lungo lavoro di sinergia tra tutti questi soggetti”.
La stazione è stata dotata di una nuova biglietteria automatica, attiva 24 ore su 24 e videosorvegliata. Da qui sarà possibile acquistare biglietti per tutte le tratte regionali, nazionali e internazionali. Sono state installate 4 nuove panchine in ferro e cemento, contro le 2 che erano presenti prima: le strutture sono state fissate a terra e sono a prova di atti vandalici. Inoltre è stata costruita una nuova pensilina: salgono quindi a 2 i punti di attesa all’interno della stazione, che garantiscono una maggiore protezione per i viaggiatori e assicurano anche il rispetto delle distanze di sicurezza, necessarie oggi come misure anti-Covid. Restyling anche per l’illuminazione che prima in alcuni punti era spenta: adesso, quindi, la stazione è un luogo ancora più sicuro e accogliente. Infine sono state collocate obliteratrici moderne capaci di leggere anche i biglietti digitali con QRCode.

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=81525
Stampa Post