Toscana: chiuso per burocrazia

Abbiamo espresso solidarietà umana ai negozianti che per loro autonoma scelta, hanno deciso di aprire domani in Toscana, contro l’ottusa burocrazia del Ministro Speranza.


Alcuni dicono: non li avete visti i morti di ieri?

Cosa c'entrano i morti (che tutti piangiamo) con il fatto che la Toscana è stata dichiarata ieri zona arancione dal Comitato Tecnico scientifico e al Ministro Speranza gli ci vuole due giorni di prassi burocratica per ufficializzarlo:

Un giorno per firmare lui, un giorno per pubblicarlo sulla Gazzetta Ufficiale.

In un solo giorno due semplici passaggi burocratici non si potevano fare?

E’ il momento della burocrazia questo???

O è il momento di far funzionare tutto con celerità, efficienza, intelligenza.

I Negozi che potevano legittimamente riaprire domani non lo possono fare perché al Ministro Speranza gli ci vuole un giorno sano per fare una firma.

Esasperare un popolo impaurito e impoverito a chi giova?

I massimalisti, i puristi, i moralisti, i burocrati nel cervello, sono da sempre il male delle Democrazie.

Francesco Colucci, Riformisti x Italia Viva

Estratto da www.lavocedilucca.it/post.asp?id=83207
Stampa Post