• 0 commenti
  • 21/07/2022 08:32

Festival "I Musei del Sorriso"


“Passo dopo passo”, prima produzione originale del Sistema museale territoriale della provincia di Lucca, e “Aspettando risciò”, sabato 23 luglio ad Altopascio nel cartellone del festival “I Musei del Sorriso” organizzato dal Sistema museale territoriale della provincia di Lucca.

Ingresso libero

 

Lucca, 21 luglio 2022 – Due spettacoli ad Altopascio per il festival “I Musei del Sorriso” organizzato dal Sistema Museale territoriale della provincia di Lucca, che questa settimana interessa tutto il territorio provinciale con iniziative e spettacoli.

Il Sistema Museale Territoriale della Provincia di Lucca, in collaborazione con Associazione Culturale Venti d'Arte APS, produce direttamente lo spettacolo in programma sabato 23 luglio alle 18 e alle 21 ad Altopascio e Badia Pozzeveri.

Si tratta di "Passo dopo passo. Luce sulla storia di Altopascio", rappresentazione teatrale itinerante in due episodi a cura del Museo dell'Antico Ospedale di Altopascio sulla Via Francigena, con drammaturgia di Francesco Tomei (consulenza scientifica di Alessandro Giacomelli e Jacopo Paganelli dell’Università di Pisa), regia di Stefano Cosimini, con Sebastiano Catignani, Durante Corsetti, Chiara Millo. Alla prima sarà presente anche Alessandro Colombini, presidente dell’Assemblea del Sistema Museale Territoriale della Provincia di Lucca.

"Passo dopo passo. Luce sulla storia di Altopascio" partirà dal cuore del centro storico di Altopascio in uno spazio non convenzionale: lo spettatore verrà condotto in una passeggiata fra i monumenti del centro storico e sarà accompagnato da due figure storiche che fra Quattrocento e Cinquecento hanno segnato il corso degli eventi nella vita cittadina. Con questa suggestiva camminata, lo spettatore potrà immergersi nella storia di due famiglie influenti che hanno governato la cittadina in epoca rinascimentale. Le zone di traffico dei pellegrini in viaggio sulla via Francigena, quando si giungeva nei pressi della odierna Altopascio, erano molto impervie poiché infestate da briganti e lupi. Lo spettatore farà un’esperienza “sensoriale” da pellegrino che si esponeva al rischio dei briganti e dei lupi alle sole luci delle torce avvolto nell’oscurità. Rivivrà così quell'atmosfera in un ultimo -brevissimo- tratto di poche centinaia di metri che lo condurranno alla Badia Pozzeveri. Lungo il tragitto, un personaggio misterioso si mescolerà fra il pubblico: un pellegrino, che racconterà di un tentativo di furto e di un'aggressione subito da Pescia ad Altopascio. Un fatto antico realmente accaduto.

Sabato 23 luglio alle 19,30, sempre a Altopascio, spettacolo “Aspettando Risciò”, di e con Marco Brinzi e Caterina Simonelli, produzione Teatro stabile di Bolzano e Compagnia Ifprana, organizzato dal Comune Altopascio al Museo dell'antico ospedale di Altopascio sulla Via Francigena.

Riprendendo il format che ha spopolato durante la passata edizione di “FUORI!”, Marco Brinzi e Caterina Simonelli tornano a percorrere le strade dell’Alto Adige a bordo del loro risciò, questa volta nei panni di Vladimiro ed Estragone, due classici personaggi teatrali assurdi e poetici, protagonisti di Aspettando Godot del premio Nobel Samuel Beckett. A due anni ormai dalla comparsa del Coronavirus i nostri protagonisti sembrano, forse, attendere la fine della pandemia che tarda ad arrivare. Aspettano… e nel frattempo, vivendo in questa situazione di incertezza, hanno dimenticato chi sono e perché sono lì di fronte ad altre persone. Ecco che Estragone e Vladimiro provano a mettere in scena - con l’aiuto del pubblico - alcuni dei passaggi più significativi della letteratura teatrale per capire di quale autore possano essere figli e soprattutto il motivo per cui da un libro siano fuoriusciti finendo nelle piazze. Aspettando Risciò è un invito esplicito a giocare assieme (attori e pubblico) grazie alla letteratura e al teatro. Diplomato alla scuola del Piccolo Teatro di Milano, Marco Brinzi è attualmente in tour con il Teatro Stabile del Veneto e Teatro Stabile di Bolzano nel riadattamento teatrale della “Peste” di Camus per la regia di Serena Sinigaglia. 

Il festival “I Musei del sorriso” offre un cartellone di 57 eventi a ingresso libero (www.museiprovincialucca.it/eventi) che termina il 22 ottobre 2022; è un’iniziativa del Sistema Museale Territoriale della Provincia di Lucca (coordinato dalla Fondazione Paolo Cresci, è una rete di cooperazione e di promozione dei musei del territorio lucchese), che viene realizzata con il supporto della Provincia di Lucca, in collaborazione con 28 musei del territorio e Fondazione Toscana Spettacolo, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Per informazioni: Sistema Museale Territoriale della Provincia di Lucca, Cortile Carrara - Palazzo Ducale - 55100 Lucca: info@museiprovincialucca.it, 0039 0583 417483

Il calendario è a questa pagina: http://www.museiprovincialucca.it/eventi

Instagram: https://www.instagram.com/museiprovincialucca/

Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCq1F4-8C53W1S2nQoFZPbnQ (dove sono presenti i video promozionali di ciascun museo).

Gli altri post della sezione

Good Morning Taviani

Good Morning Tavianiopere ...