• 0 commenti
  • 09/04/2024 18:41

GRANDE ATTESA PER LA MOSTRA-MERCATO DELL’AZALEA

GRANDE ATTESA PER LA MOSTRA-MERCATO DELL’AZALEA
Appuntamento sabato 13 e domenica 14 aprile


BORGO A MOZZANO, 9 aprile 2024 - Torna l’appuntamento con la mostra-mercato dell’azalea: un’edizione che si preannuncia ricca di contenuti e di presenze, con il doppio degli espositori florovivaistici rispetto al passato.

Sabato 13 e domenica 14 aprile Borgo a Mozzano torna, dunque, a vestire i colori della primavera. La manifestazione, a ingresso libero, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa dal sindaco Patrizio Andreuccetti, dalla consigliera con delega agli eventi, Simona Girelli, dall’assessore Armando Fancelli, la responsabile dell’ufficio cultura del Comune di Borgo a Mozzano, Laura Magnani e dal professor Roberto Ciari in rappresentanza dell’ISI di Barga.  

“Quella che ci aspetta sarà un’eccezionale Azalea che vede il doppio degli espositori florovivaistici - ha commentato il sindaco Andreuccetti -. Una conferma della grande sinergia che si crea quando tutte le forze del nostro territorio si uniscono: associazioni, comitati, enti, tutta Borgo a Mozzano si è unita ancora una volta per organizzare una manifestazione che si preannuncia di grandissima soddisfazione. A loro, a tutte le persone che da giorni lavorano instancabilmente, va il mio più sincero ringraziamento”.

IL PROGRAMMA. Il via ufficiale alla mostra-mercato sarà sabato 13 aprile, alle 10.30. Durante il weekend in via Roma saranno allestiti gli stand dei floricoltori, con la possibilità di acquistare fiori, piante e arredi, mentre in piazza XX Settembre e via Umberto I saranno allestite le aiuole dalle associazioni e dagli enti del territorio. In piazza degli Alpini saranno presenti tanti banchi con prodotti tipici e gastronomici e artigianato locale. Tornano anche i giardini di eccellenza, allestiti nel giardino e nel chiostro del Convento S. Francesco, nel giardino dell’ex-Convento delle Oblate e nel giardino del palazzo comunale. In piazza Pascoli appuntamento con i motori, con l’esposizione di auto e spazio per i più piccoli e per gli acquisti in viale Italia e piazza dei Bersaglieri.

LE MOSTRE. Molte anche le occasioni per scoprire l’arte e la bellezza locale. A partire “La civiltà del castagno”, in via Umberto I, curata dell’associazione Castanicoltori della Lucchesia IRF Istituto per la documentazione sul castagno e la ricerca forestale Consorzio per la gestione delle riserve agro-forestali delle Colline Lucchesi e della Società Semplice delle Macchie di Cune. Sempre in via Umberto I, davanti alla chiesa San Jacopo, i comitati paesani e le associazioni del territorio saranno presenti con il percorso “Terra di Borgo a Mozzano”. Alla biblioteca comunale saranno visitabili la mostra di pittura “Transiti” e quella di cucito artistico, mentre
piazza San Rocco tante occasioni per scoprire libri per grandi e piccoli lettori e novità di autori locali. In via Umberto I, tra piazza San Rocco e piazza Pascoli torna Azalea dalla A alla Z - I colori della pace, percorso curato dall’IC di Borgo a Mozzano, dall’asilo nido Piuma d’oro e dalla scuola dell’infanzia paritaria Suore di San Francesco. E ancora: nell’atrio del palazzo comunale, gli allievi della classe di arte della professoressa Astrid Lucchesi saranno in scena con “I fiori nella primavera del Botticelli” accanto alle radio d’epoca di Sauro Carnicelli, mentre nella cappellina dell’ex Convento delle Oblate l’associazione Ora Blu allestirà la mostra “Riflessi”. Salvatore Magazzini, infine, ha curato la mostra “I luoghi della spiritualità” nel convento di San Francesco.

GLI EVENTI. Sabato 13 aprile, dalle 15, si esibirà il gruppo bandistico G.Verdi di Corsagna, mentre domenica 14 alle 15 sarà il turno della Merciful Band. A seguire, appuntamento con il complesso bandistico di Valdottavo. Sempre domenica, ma alle 16.30, si esibiranno gli allievi della Scuola Civica di musica. Immancabile il torneo “Burraco tra i fiori” (sala delle feste, sabato 13, alle 20.45) e l’animazione per i bambini, con la possibilità, al centro polifunzionale PIT in via Umberto I di costruire il proprio cappello dell’azalea (a cura della comunità di San Romano-Motrone, sabato 13 dalle 15 e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15). Apertura straordinaria anche per il Museo della Memoria, con le visite guidate ai bunker della Linea Gotica (sabato e domenica, dalle 15, con prenotazione al numero 371.6909132).

AZALEA DA GUSTARE. Non mancheranno le occasioni di degustare i prodotti tipici del territorio. Sabato 13, dalle 17.30, torna “A Borgo si sboccia”, l’appuntamento con la produzione vinicola del territorio: a guidare il pubblico saranno gli studenti dell’Istituto alberghiero ISPEOA di Barga che cureranno anche il servizio al punto ristoro allestito dal Centro di Ascolto Caritas “Stare insieme in allegria non ha età”. Il pranzo si terrà domenica 14 sotto il campanile della chiesa di San Jacopo. Sabato e domenica, invece, la Misericordia di Borgo a Mozzano aprirà il punto ristoro Da Bacciano, in via Roma. Aperti, infine, anche bar, ristoranti e pizzerie e i chioschi dello street food.


La mostra-mercato dell’Azalea è organizzata dal Comune di Borgo a Mozzano, con il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Lucca e dell’Unione dei Comuni della Mediavalle del Serchio. Hanno contribuito alla realizzazione degli eventi: l’associazione socio culturale San Giovanni Leonardi di Diecimo, la Misericordia di Borgo a Mozzano, la Merciful Band, l’associazione Castanicoltori della Lucchesia, il complesso bandistico di Valdottavo, i comitati paesani, la Biblioteca comunale F.lli Pellegrini, il Museo della Memoria e il Comitato valorizzazione della Linea Gotica, il Centro di Ascolto Caritas di Borgo a Mozzano, l’Istituto Comprensivo di Borgo a Mozzano, i vignaioli della Valle del Serchio, la Proloco, la Commissione Pari Opportunità Comune di Borgo a Mozzano, la scuola civica di musica “M.Salotti”, l’istituto tecnico agrario “N. Busdraghi” e IPSEOA Istituto Alberghiero F.lli Pieroni Barga.

Gli altri post della sezione

UN TEATRO SEMPRE APERTO

UN TEATRO SEMPRE APERTODu ...