• 6 commenti
  • 24/07/2022 19:31

LETTERA APERTA ALLA CITTÀ E ALLA SOPRINTENDENZA


Messa in sicurezza del muro di cinta di Villa Bottini e salvaguardia dei 5 lecci monumentali. 


Venerdì scorso si è svolto un confronto molto costruttivo richiesto da Europa Verde - Verdi Lucca, all’amministrazione comunale, a cui, oltre ai richiedenti, hanno partecipato il Sindaco Pardini, l'assessore ai LL. PP Buchignani, la dirigente Giannini, la biologa Chines, il Forestale Demi, l'ing. Suffedini estensore del progetto di consolidamento del muro, e il sottoscritto. 


Confronto avente l'obiettivo di  ricercare la soluzione migliore che salvaguardi la sicurezza delle persone, le funzioni ecosistemiche espletate dalle piante che, assieme al muro di cinta di Villa Bottini, sono tutelate dal Codice dei Beni Culturali, in quanto riconosciute Beni Culturali Monumentali. 


È possibile mettere in sicurezza il muro di cinta e conservare le piante. Se si, come? Si, è possibile, spostando il muro, una porzione di muro, in corrispondenza delle stesse piante, di una trentina di cm. Con una tecnica di restauro architettonico secondo il metodo del cuci e scuci, cioè lo stesso metodo che la Soprintendenza ha approvato in occasione del restauro, nel 2010-2013,  del complesso di S. Francesco, ora sede di IMT, in particolare per alcune sue parti, come il campanile, smontato e rimontato con nuovo legante rispetto a quello deteriorato dal tempo. Gli eventuali dubbi sullo spostamento del muro dovebbrero essere superati dal fatto che comunque il muro verrebbe messo in sicurezza, consolidato, e permetterebbe alle piante monumentali, anch'esse meritevoli di tutela e tutelate dal Codice dei Beni Culturali, di continuare a vivere espletando le loro funzioni ecosistemiche tanto preziose, specialmente in Città. Queste piante sono un monumento vivente, riconosciuto, che meritano di continuare ad esistere nel luogo dove sono nate e cresciute, appartengono a quel luogo, alla Città, ne rappresentano un carattere distintivo, identitario, per i lucchesi che ne apprezzano la bellezza e le funzioni ecosistemiche che restituiscono ai cittadini. Noi siamo anche quei 5 lecci.. 

Del resto non muri, ma interi giganteschi complessi monumentali, come Abu Simbel, negli anni 60 del secolo scorso, sono stati spostati per salvaguardarli dalle acque della diga di Assuan in costruzione, che li avrebbe inondati. “Il loro spostamento rappresenta una pietra miliare ineguagliabile nell'archeologia”.


Claudio Pardini Cattani Architetto.

I commenti

Sarà come dite Voi, ma io stento anche a farlo un paragone tra un albero, essere vivente che come tale va trattato e un muro,anche se antico e di valore...

Angry Cat - 30/07/2022 15:14

Ma buttatelo giù!
Quello che vedete oggi probabile che l'abbiano costruito su uno precedente, che forse non arrivava al metro.
Tornate alle origini!

... - 28/07/2022 10:55

Vede, caro Amico, gli alberi piacciono a tutti. Anche ai boscaioli e spero non Le sembri strano. Tanto più piacciono a me, dato che lavoro per loro e con loro da trent'anni. A Villa Bottini però siamo in un contesto che ha valore storico, paesaggistico e architettonico. Non si può, per esempio, piantare una sequoia davanti alla facciata della villa. Spero ne capisca il motivo. Quindi la conservazione dei lecci lungo il muro deve essere valutata alla luce della gestione del giardino e delle architetture. Se poi i lecci dovessero essere abbattuti, allora si potrebbe ripiantarne trenta volte tanti in qualsiasi altro luogo. Non mi pare si possa fare una questione ideologica di ciascun singolo albero che si ritenesse necessario abbattere. D'altro canto nella villa c'è anche un albero di valore enorme di cui in genere nessuno parla. Lo conosce?

Grazie per l'attenzione

M.G.

Anonimo - 26/07/2022 03:59

Buongiorno Sig. Giambastiani,
Ma l'idea che, ora come ora, sia più importante un albero, anche se residuo di una vecchia siepe maltenuta, piuttosto di un muro non viene in mente a nessuno?!?
Io personalmente salverei gli alberi sempre e comunque!!

Angry Cat - 25/07/2022 12:46

...il sottoscritto si occupa di alberi monumentali da circa trent'anni ed è anche autore delle uniche pubblicazioni in materia riguardanti la città di Lucca. Gli alberi lungo il muro hanno certo un valore monumentale in quanto facenti parte del complesso architettonico di Villa Buonvisi al Giardino (Bottini), ma presi singolarmente non hanno un valore particolare o superiore a molte piante di leccio che vegetano nei boschi della nostra provincia. Certamente è possibile, al di là delle modeste dimensioni, che i lecci messi lì lungo il muro siano assai vecchi; essi potrebbero infatti costituire il residuo di una siepe che con la fine del XVIII secolo non è stata più potata. Lo stesso può dirsi delle piante di tasso che si trovano sempre nel giardino e presso i muri. In sostanza i lecci un certo valore storico ce l'hanno, ma presi singolarmente hanno valore monumentale relativo. Tutto il ragionamento per dire che l''operazione proposta a carico del muro ha un senso solo se si considerano con attenzione i costi ed i benefici. Se infatti ammettiamo che i lecci, così vicini al muro, fossero stati messi per formare una siepe, allora per ricreare oggi l'effetto scenografico voluto dagli architetti del passato si dovrebbe abbattere le piante e riformare la siepe stessa a partire dai polloni. Ho motivi fondati di credere che un architetto del XVIII secolo procederebbe senz'altro all'abbattimento.

Come si vede la faccenda ha varie sfaccettature e si presta a discussioni. In ogni caso non posso certo considerare sbagliata la decisione di spostare il muro, ma almeno si valuti la questione con attenzione. A livello storico architettonico conta di più lasciare il muro al suo posto o conta di più una siepe poi abbandonata e lasciata crescere??



Massimo Giambastiani

Anonimo - 25/07/2022 02:20

Ho il vaghissimo sospetto che se fosse adesso, con l'ideologia corrente, Abu Simbel sarebbe sott'acqua.
Poi quello non è 'la casa nel bosco', al di là del muro purtroppo esiste una strada,
e neppure troppo larga.

Pietro - 24/07/2022 20:19

Gli altri post della sezione

Assessore imbarazzante!

Siamo caduti nel ridicolo. ...

A Panchieri. Con affetto

Io vorrei dare un suggerim ...

Sarzanese.. Far West

Via sarzanese è terra di ...

E la Manifattura ???

" Dopo l'estate il Patto P ...

Il pulpito

"" “Non mi sembra un buo ...