• 0 commenti
  • 29/05/2022 11:52

Prima Tambellini ed ora Raspini? mammamia ....!!!!

Nei suoi 10 anni di governo l'Amministrazione Tambellini si è distinta per una narrazione, sui temi urbanistici ed ambientali, che contraddiceva in maniera evidente i fatti. Massimamente questo è accaduto con i piani urbanistici e con i quartieri social di S.Concordio: erano contro il consumo di suolo e con la Galleria Coperta ne hanno consumato cinquemila metriquadri; erano per il recupero dell'esistente e hanno costruito nuovi ecomostri come la Piazza Coperta e vogliono costruire centinaia di superflue case popolari o scuola nel parco; erano per il verde e hanno abbattuto a S.Concordio parecchie decine di alberi di alto fusto per fare strade e parcheggi, e di peggio hanno promesso che faranno col piano operativo. Questa narrazione equivoca ha contribuito a far perdere il senso della realtà ai fedeli del centrosinistra. Solo così si può spiegare come un sindaco si sia potuto permettere di intentare cause civili per ingenti danni di immagine a quattro suoi concittadini perchè avevano fortemente criticato (e presentato esposti su presunte irregolarità, quasi fosse un delitto e non un diritto e dovere riconosciuto dalla Costituzione) progetti contestatissimi contro i quali erano state raccolte migliaia di firme, senza che nessuno della sua parte battesse un ciglio, anzi, quasi la gara a dire, per partito preso, senza mai poter ascoltare l'altra campana, quanto quel sindaco facesse bene a punire i 'cattivi'. In un Comune normale questo non sarebbe potuto succedere, le forze democratiche della città sarebbero insorte. Ma dopo anni in cui chi governava non ha mai sistematicamente risposto alle petizioni, anni in cui i cittadini non sono mai stati ascoltati, ma si è voluto far credere di averlo fatto, anni in cui i comitati sono stati continuamente screditati e delegittimati, anni in cui il potere è stato esercitato con arroganza e ha seminato odio verso chi peccava di lesa maestà, il centrosinistra lucchese si è come anestetizzato, ha perso sensibilità e non è più stato in grado di riconoscere i valori che pure dovrebbero far parte della sua cultura. In una parola, ha tradito se stesso, da non potersi più definire tale. Per questo gli elettori del centrosinistra dovrebbero oggi a Lucca votare tutti, meno che Raspini. E complimenti a Viviani, uno dei pochissimi capaci di scoprire gli altarini: persone così, se vanno in Consiglio Comunale, ne valgono dieci.

Gli altri post della sezione

Il pulpito

"" “Non mi sembra un buo ...

Cosa farà ora Marcucci?

La non rielezione del ex s ...

Io ho votato

Poter esprimere liberament ...