• 8 commenti
  • 13/08/2022 11:46

Ignazio la Russa replica a chi vuol far rimuovere la fiamma da Fratelli d'Italia

A replicare direttamente a Segre è Ignazio La Russa, senatore di FdI e veterano della destra italiana: "Con tutto il dovuto rispetto per la signora senatrice Segre che stimo, mi permetto di ricordare a scanso di ogni equivoco che la fiamma presente nel simbolo di Fratelli d’Italia - oltretutto senza la base trapezoidale che conteneva la scritta Msi - non è in alcun modo assimilabile a qualsiasi simbolo del regime fascista e non è mai stata accusata e men che meno condannata, come simbolo apologetico". "Spero, inoltre, di non essere irriguardoso nel ricordare che il marito della stessa senatrice Segre, che ho personalmente conosciuto e apprezzato, si candidò con Almirante sotto il simbolo della fiamma con la scritta Msi senza ovviamente rinunciare alla sua lontananza dal fascismo", aggiunge La Russa.

I commenti


fascinazione.info



Il figlio di Liliana Segre, Luciano Belli Paci, prova a soccorrere la madre inciampata nella polemica sulla fiamma missina per cui si era candidata il marito, Alfredo. L'erede, rivendicando la scelta antifascista dopo l'8 settembre del padre ufficiale dell'esercito, che gli costò due anni di lager, banalizza il suo coinvolgimento nel Msi: era - sostiene - un'operazione politica di coinvolgimento di moderati anticomunisti, la Costituente di destra. L'adesione del padre provocò anche una crisi familiare risolta con il suo distacco. Belli Paci jr. si sbaglia. Il cartello di anticomunisti cooptati per legittimare il Msi è la Destra nazionale del 1972, con i monarchici del Pdium, l'ammiraglio Birindelli, il filosofo Plebe. La Costituente di destra è il "cognome" di Democrazia nazionale, la scissione moderata del 1976 che dimezza i gruppi parlamentari ma che affonda nel 1979, quando non supera il quorum. In quelle elezioni il "signor Segre", invece, fu proprio candidato del Msi ...
Da www.iltempo.it
La senatrice a vita Liliana Segre ha chiesto a Giorgia Meloni di rimuovere dal simbolo di Fratelli d'Italia la fiamma tricolore, in continuità con l'eredità di Alleanza Nazionale e prima ancora del Movimento sociale italiano.

Una richiesta respinta con decisione da Fratelli d'Italia, che ieri ha depositato il simbolo al ministero dell'Interno con la fiamma al suo posto. In questo contesto Ignazio La Russa ha ricordato, sperando "di non essere irriguardoso", che "il marito della stessa senatrice Segre, che ho personalmente conosciuto e apprezzato, si candidò con Almirante sotto il simbolo della fiamma con la scritta Msi senza ovviamente rinunciare alla sua lontananza dal fascismo", sono le parole del dirigente FdI.

Il riferimento è ad Alfredo Belli Paci scomparso nel 2008, marito di Segre. Il figlio della coppia, Luciano Belli Paci, è intervenuto sulla vicenda domenica 14 agosto con un'intervista al Fatto in cui afferma: "Questa storia fa ridere, la tirano fuori ciclicamente per colpire mia madre, ma non regge a livello di logica: fu proprio lei a raccontare che quel fatto mise in crisi il matrimonio e le cose tornarono a posto perché mio padre abbandonò la carriera politica”.

Belli Paci dichiara che "mio padre era un antifascista, dopo l’8 settembre 1943, da ufficiale dell’esercito, rifiutò di aderire alla Rsi e si fece due anni di campo di concentramento. Negli Anni 70, ingenuamente secondo me, aderì a un’iniziativa di cui oggi si è persa memoria che si chiamava 'costituente di destra', un’idea di Almirante per coinvolgere ambienti della destra liberale e sdoganare il Msi. Parteciparono liberali, democristiani, monarchici, perfino qualche ex partigiano (...). Un’adesione che non fu senza conseguenze.

Lo raccontò mia madre da Fabio Fazio due anni fa, davanti a milioni di telespettatori. Quella scelta mise in crisi il loro matrimonio, la rottura rientrò quando mio padre tornò sui suoi passi scegliendo una volta in più sua moglie. Eppure, due anni dopo, riecco la storia del 'marito missino' usata per zittire Liliana Segre. Una cosa ridicola. Mio padre non lo è mai stato. E se lo fosse diventato, difficilmente sarebbe stato ancora il marito di Liliana".

Versione che non è sufficiente a placare le polemiche. Il Secolo d'Italia infatti contesta a Belli Paci di "sfumare" il coinvolgimento del padre con il Msi e nel farlo pubblica le liste elettorali dell'epoca sostenendo che il marito di Segre "è stato convintamente almirantiano".

Il quotidiano ha pubblicato i candidati del Msi alle elezioni politiche del 3 e 4 giugno 1979, con Belli Paci sesto in lista nella Circoscrizione Milano-Pavia. Una posizione di rilievo, spiega il Secolo, per "un candidato di prestigio, di assoluto prestigio per la Fiamma tricolore. È il 1979, siamo nel pieno degli 'anni di piombo'. E a Milano, anche solo comprare il Secolo d’Italia all’edicola, è un rischio. Candidarsi, quindi, con il Msi-Dn è una scelta di campo coraggiosa. Né tiepida, né moderata", si legge nell'articolo.

xavier - 15/08/2022 12:54

Ma La Russa è senatore? Ma davero?
Spero che la Segre (persona anziana) abbia un buon ausilio per la vista, occhiali, lenti a contatto o quant'altro.
Sennò è capace che con quei baffetti scambia questo bischero per Adolf Hitler, e sinceramente vorrei evitarle un tale spavento.

JD - 14/08/2022 14:49

ma il nostro è fiato sprecato oppure qualcuno legge. in caso contrario mi cancello

lapopo - 14/08/2022 13:50

questa gente spera che noi non ci ricordiamo, invece non è vero, prima o poi faremo i conti in tasca anche a lei (segrè).

anonimo - 14/08/2022 13:48

troppi mangiapane a ufo alla camera e al senato. qualcuno mi spiega cosa ha inventati la segrè per essere senatrice? grazie.

anonimo - 14/08/2022 13:44

tra quando avremo valentino rossi senatore? Tanto lo pagheremo noi come al solito.

lapopo - 14/08/2022 10:43

Io mi chiedo cosa abbia fatto questa senatrice per diventare tale?
Con lauto stipendio e magari poi il vitalizio.

lapopo - 14/08/2022 00:25

Vorrei ricordare alla senatrice nominata da un presidente delle repubblica meglio non nominarlo come ben ricorda La Russa è in contraddizione con se stessa infatti il marito si presentò alle elezioni sotto il MSI. Ecco chi è questa senatrice

Anonimo - 13/08/2022 23:47

Gli altri post della sezione

Assessore imbarazzante!

Siamo caduti nel ridicolo. ...

A Panchieri. Con affetto

Io vorrei dare un suggerim ...