• 3 commenti
  • 17/08/2022 08:53

No Led

Apprendiamo che l’Amministrazione Comunale vorrebbe, dal 2023, ritornare all’illuminazione a cera per la processione del 13 settembre. Si tratterebbe di una decisione saggia in quanto, come da noi più volte affermato, il sistema a LED è in aperto contrasto con un’eredità storica e culturale che ha alle spalle più di mille anni di storia. L’introduzione di luci non tradizionali è stato un errore di enorme portata, che ha prodotto un pessimo effetto, con illuminazione fredda, bianchiccia, triste e tremolio visibilmente artefatto e ben diverso da quello dei lumini tradizionali. L’utilizzo di lumini a cera o ad olio è parte integrante del patrimonio culturale e storico della Luminara e la loro sostituzione non è discutibile solo sotto il profilo estetico, ma anche sotto quello della tutela del patrimonio culturale immateriale come statuito dall’articolo 7 bis del Codice dei Beni Culturali. Con il brutto episodio delle luci a LED si è toccata una punta di sciatteria e speriamo si sia solo andati vicino a distruggere una delle più belle manifestazioni della cultura popolare italiana. Auspichiamo dunque che si possa rimediare, nel modo più veloce possibile, agli errori fatti. Speriamo che dall’anno prossimo si attui un percorso di riscoperta e rivalutazione di una festa che è essenza ed anima della città. Chiediamo si dia spazio a persone capaci ed appassionate che possano rifar grande la festa. Inoltre, già nella prossima Luminara, pur essendo purtroppo impossibile eliminare le luci a LED, si tenti almeno di distribuire ai residenti i lumini a cera, giacché non tutte le luci vengono messe in posto dagli operatori incaricati dal Comune. Almeno i privati siano incitati ad utilizzare i sistemi tradizionali! Ci appelliamo dunque al Sindaco confermi la volontà di salvaguardare la tradizione millenaria della Luminara e perché si confermi in modo netto che dall’anno prossimo l’orribile parentesi del LED resterà un ricordo. PER LUCCA E I SUOI PAESI

I commenti

Questa illuminazione è un''oscenità.
Chiediamo alla nuova è lungimirante Amministrazione Comunale di Lucca di riportare la LUMINARA ai suoi fasti originari togliendo i LED che snaturato l'essenza di questa antichissima processione. È necessario tutelare il patrimonio culturale sia materiale che immateriale che abbiamo avuto in eredità e valorizzarlo!

Anonimo - 19/08/2022 07:35

Come cittadino ringrazio Per Lucca. Hanno infatti pubblicato vari comunicati su questa faccenda e spero si riesca a togliere di mezzo i lumini bianchi tornando alla luce viva della fotografia. L'anno scorso, per via del Covid, pochi hanno visto quanto sia brutta la Luminara al LED. Quest'anno lo schifo sarà visibile a tutti.

Anonimo - 18/08/2022 01:48

Sembra una piccola cosa ma non lo è. L'azione della precedente giunta comunale è stata devastante per l'identità della città e "l'abolizione" dei lumini è stata altamente sintomatica. Non si tratta di difendere "la tradizione". Storia, senso estetico, buonsenso: tutto al diavolo se si tratta di spendere soldi per acquistare LED! Subordinare tutto alla solita logica affaristica. Fa benissimo la nuova amministrazione a tornare indietro. Non è una questione di "tradizione", lo ripeto. Qui si parla proprio dell'abc del vivere civile.

Anonimo - 17/08/2022 17:07

Gli altri post della sezione

Assessore imbarazzante!

Siamo caduti nel ridicolo. ...

A Panchieri. Con affetto

Io vorrei dare un suggerim ...

Sarzanese.. Far West

Via sarzanese è terra di ...

E la Manifattura ???

" Dopo l'estate il Patto P ...