• 2 commenti
  • 27/08/2022 18:56

Devo essermi perso qualcosa…

Non un secolo fa, ma nel 2014, la Soprintendenza decise che il banner di Mimmo D’Alessandro sugli spalti, “bene vincolato”, non era ammissibile. La stessa decisione fu ribadita l’anno successivo, nel 2015. Ora, sarà che divento vecchio troppo in fretta, ma com'è possibile che lo stesso “bene vincolato” venga trasformato in un campo di patate e che la Soprintendenza sia d’accordo?

I commenti

nel 2014 c'era un Soprintendente con la S maiuscola tale Dott. Giuseppe Stolfi, per come affrontava le problematiche, con il massimo rispetto verso i beni con vincolo di tutela, tipo le mura urbane, arrivò a emettere un decreto per eliminare tutti i banner appesi vicino alle porte. Quando mimmo sistemò il banner di polistirolo, non guardò in faccia nessuno e lo fece rimuovere all'istante. Ecco, tutto ciò gli è valso la promozione presso la Soprintendenza delle province di Lecco, Como, Monza e della Brianza, Pavia, Sondrio e Varese, dato che qualcuno con la tessera del PD e con i baffetti doveva placare gli animi e alla guida della Soprintendenza ci mise un professore del Campus del Turismo, tele Dott. Luigi Ficacci, che poi è quello che ha autorizzato i lavori all'Hotel Universo.
Strane coincidenze vero ? Basta verificare, poi ognuno tira le sue conclusioni.

https://www.luccaindiretta.it/dalla-citta/2015/03/12/il-sovrintendente-ficacci-punto-tutto-sul-turismo/42620/

Anonimo - 30/08/2022 01:39

Sa a volte la mattina quando ci si fa la barba ci si taglia...
oppure si infilano che calze smagliate...
Ne fuma una di troppo, un paio di migliaia di neuroni vibrano un po di più.
Iccasi so' tanti.

... - 27/08/2022 19:56

Gli altri post della sezione

Un piccolo esempio

Capita di leggere un titol ...

Il nuovo Holodomor

Putin sta tentando di far ...

Le Luci sulla Città

Questa sera sono venuto al ...