• 0 commenti
  • 02/10/2022 20:07

Opening Day amaro per il Basket Le Mura: vince Campobasso


61-47(18-11, 37-22 e 47-41)



Molisana Magnolia Campobasso: Narviciute 1, Togliani 5, Kacerik 3, Trimboli 4, Giacchetti ne, Quinonez 17, Milapie 3, Perry, Battisodo 6, Nicolodi 8, Parks 14 e Vitali ne Allenatore: Domenico Sabatelli

Gesam Gas e Luce Lucca: Cappellotto, Treffers 12, Natali 7, Agnew 5, Tulonen 3, Parmesani, Miccoli 11, Gilli 1, Frustaci e Morrison 8 Allenatore: Luca Andreoli

Arbitri: Marco Rudellat, Claudia Ferrara e Arianna Del Gaudio

Note: Fischiato un fallo antisportivo a Milapie con 7’24’’ da giocare nel quarto quarto

Un Basket Le Mura Lucca dalle polveri bagnate, 15 su 54 al tiro pari al 27% di capacità realizzativa, viene sconfitto per 61-47 da una più attenta Molisana Magnolia Campobasso. Al Palacus di Cagliari, prosegue la maledizione dell’Opening Day che si è abbattuta sulle biancorosse, sempre battute nelle ultime tre edizioni (2019, 2021 e 2022) di questo format inaugurale. Alla squadra di Andreoli, reduce dalla semifinale di Supercoppa Italiana di martedì scorso, è mancata quella brillantezza e rapidità nella circolazione di palla che ha reso più agevole il compito alla difesa di coach Sabatelli, abile a spuntarla in partita dal punteggio basso. Le molisane hanno sfruttato il prevedibile vantaggio a livello di centimetri sotto le plance, 47 rimbalzi contro i 35 di Lucca, pescando 29 punti dalla panchina, 17 dei quali portano la firma della sedicenne Quinonez. In casa Le Mura, rientrata in partita nel terzo periodo dopo il -15 grazie al solito carattere, da sottolineare la botta alla testa subito nel finale da Morrison in un fortuito scontro proprio con la lunga ecuadoregna. Al team di coach Andreoli non sono stati bastati i 12 punti di Treffers, decisamente meglio nel secondo tempo, e la solita encomiabile prestazione sfornata da Maria Miccoli (11 punti e quattro rimbalzi).

Treffers, Miccoli, Agnew, Natali e Morrison è lo starting five scelto da Andreoli. Le molisane replicano con Milapie, Nicolodi, Parks, Kacerik e Trimboli. L’avvio delle biancorosse è incoraggiante con le triple di Natali e Miccoli che portano il punteggio sul 4-7. L’ingresso sul parquet di Quinonez, fuori una Parks già gravata di due falli, sposta l’inerzia dalla parte di Campobasso che impatta a quota 11, bomba di Kacerik, per poi scappare chiudere il quarto iniziale sul 18-11 dopo la conclusione dall’arco di Battisodo, l’ex di turno assieme a Nicolodi. Anche nel secondo quarto i ritmi non sono proprio vertiginosi, con il team di coach Sabatelli che continua a imbavagliare l’attacco di Lucca. Sul 24-11 l’emorragia di punti viene parzialmente saturata dal libero di Gilli ma Togliani prima e la solita Quinonez puniscono la difesa toscana. La tripla a fil di sirena di Agnew, ancora alla ricerca di conoscere tutti i meccanismi tattici, manda all’intervallo lungo le contendenti sul 37-22.

Al rientro dagli spogliatoi il Basket Le Mura, con grande abnegazione, inizia a risalire la china. Tocca a capitan Miccoli indicare la strada alle sue compagne. Messaggio recepito alla lettera da Kourtney Treffers che, dopo sei punti filati, riporta Lucca sotto la doppia cifra di svantaggio (45-37).

Nei dieci minuti finali di una gara altalenante, l’inerzia sembra essere passata dalla parte del Basket Le Mura, specie dopo l’antisportivo sanzionato a Milapie. La squadra di Andreoli arriva fino al 47-44 prima che Campobasso, grazie al rientro di Parks (14 punti), torna chiudere la propria difesa e a gestire meglio i possessi offensivi. L’infortunio patito da Morrison, uscita poi sulle sue gambe, chiude virtualmente i conti con 2’ ancora disputare.

L’occasione per un pronto riscatto del Basket Le Mura Lucca ci sarà già mercoledì 5 ottobre, palla a due programmata alle 20.30, quando al PalaTagliate calerà il Parking Graf Crema.

Gli altri post della sezione

Tre a zero

di Massimo Gramellini - co ...

Bcl – Mensana

Decima di campionato per ...