• 2 commenti
  • 05/06/2022 20:51

Il Raspini pensiero sulla movida

Alla trasmissione di NoiTv che metteva a confronto i vari candidati e' stata posta una domanda sulla movida lucchese. Non c'e' stata una risposta una che sia decente, forse la proposta di Veronesi di fare una discoteca alla cavallerizza ma direi che e' uno dei tanti progetti utopistiche sta sta sbandierando. Ma l'affermazione che mi ha fatto capire tutto e' stata quella di Raspini che ha detto : "non e' che i residenti del centro storico possono considerare le strade intorno e sotto alle loro case come fossero pertinenze condominiali , sono strade comunali.". Giusto ! non fa una piega, ed allora ? Questo vale perche' si possa andare in barba alle regole , soprattutto quelle sulle attività rumorose, perche' come al solito arrogantemente gestiscono la cosa pubblica come fosse loro, facendo favori ai loro amici ristoratori ? Una ragione in piu' per non votarlo .

I commenti

Il Delfino candidato sindaco ha ragione: le strade sono del Comune. Proprio per questo stanno diventando sempre più numerose le sentenze, dopo quella storica di Brescia del 2017, che condannano le amministrazioni comunali per incuria e mancato esercizio della doverosa tutela della quiete pubblica. Il Comune di Torino, tanto per dirne una, è stato condannato a 1,2 milioni di risarcimento ai residenti che avevano fatto causa.
Anche in questo il Delfino è "vecchio", non è informato, è il solito italiano ai cui occhi ciò che è "pubblico" non è di nessuno, o è del primo che se lo prende.
Invece, al nostro povero amico "amante" della movida, che scrive qui sotto, che devo dire: mi dispiace per te. Ti auguro di trovare un senso alla tua vita, anche se credo che ormai sia troppo tardi

anonimo - 09/06/2022 14:22

Per quano la frase possa sembrare insensibile, è vera. Per quanto la frase sia vera, può essere percepita come insensbile.

Io dico di spostare la movida al Foro Boario come ventilato, noi movidari non vogliamo disturbare gli abitanti del centro.

Siamo costretti a stare lì perché altrove non ci va nessuno. Ma a nessuno di noi piace spendere nei bar per pagare l'alcool o sapere che se urli/corri/scopi puoi dar noia a qualcuno. A noi non piace disturbare, né spendere nei bar. Noi vogliamo solo bere e fare follia. Senza infastidire nessuno.

Fosse deciso che c'è un luogo lontano dalla città, perfino senza strutture, dove riunirsi per definizione, portando l'alcool da casa, andremmo lì.

Anonimo - 06/06/2022 14:57

Gli altri post della sezione

Un gran bel parcheggio

Solo a Lucca il teatro com ...

Assessore imbarazzante!

Siamo caduti nel ridicolo. ...

A Panchieri. Con affetto

Io vorrei dare un suggerim ...

Sarzanese.. Far West

Via sarzanese è terra di ...

E la Manifattura ???

" Dopo l'estate il Patto P ...