• 1 commenti
  • 04/12/2022 16:21

Azzerare il progetto assi viari nord sud e costruire un percorso realmente partecipativo

Azzerare il progetto assi viari nord sud e costruire un percorso realmente partecipativo per delineare un sistema di mobilità ecologico ed alternativo.


Tutela dell’ambiente e della salute e partecipazione popolare effettiva e non mistificata né manipolata e tanto meno negata ( come è stato fino ad oggi ) sono elementi intrecciati e fondanti per un nuovo modo di amministrare e potrebbero essere così declinati:

  1. per ogni opera pubblica di una certa rilevanza vanno previste analisi costi-benefici e un reale percorso partecipativo, articolato nei momenti della informazione, discussione e decisione, con parere vincolante dei cittadini, anche attraverso strumenti di democrazia diretta come i referendum.

  2. deve essere predisposto un tavolo di ascolto, ove devono essere valutati gli eventuali miglioramenti, correzioni e proposte anche totalmente alternative o di azzeramento, intraprendendo in modo coraggioso sentieri di nuova democrazia progressiva, oltre i limiti della legge regionale 46/2013.

La partecipazione dei cittadini alle scelte della vita della comunità è oggi più che mai fondamentale sia per rispettare i principi della Costituzione che per contrastare la disaffezione verso la politica, percepita sempre più come lontana e sorda alle esigenze sociali e popolari in particolare. La partecipazione inoltre va intesa anche come potenzialità di idee, proposte, competenze che ogni singolo cittadino o realtà associativa può donare alla comunità.

La partecipazione non può svilupparsi in mancanza di trasparenza e di autogoverno decentrato: vanno realizzate tutte le iniziative possibili per rafforzare i percorsi di trasparenza nonchè ripristinare sul territorio organismi decentrati di autogoverno con risorse e poteri propri, riempiendo il vuoto lasciato dalla scomparsa delle Circoscrizioni.

Per questi motivi crediamo che questo Consiglio comunale aperto, a cui ovviamente chiediamo di intervenire come AGS, sia un atto dovuto ma del tutto insufficiente. Occorre azzerare il progetto degli Assi viari nord Sud e aprire ex novo un percorso realmente partecipativo che coinvolga cittadini, associazioni, comitati, esperti indipendenti, per delineare un sistema di mobilità ecologico ed alternativo, nel quadro di linee guida sul futuro di Lucca e della sua Piana. Occorre che le Amministrazioni comunali, di concerto con la Provincia, si aprano ad una nuova prospettiva partecipativa affinchè la futura viabilità e il nuovo sistema di mobilità rappresentino una vittoria dell’ecologia e di una civiltà moderna.




AGS Associazione Piana di Lucca

I commenti

Il progetto della grande viabilità è sul tavolo, sia pur con varie modifiche (in gran parte peggiorative a mio avviso), fin dalla metà degli anni ottanta del secolo passato. La cosa viene trascinata da 40 anni circa. Chi nel 1985 aveva quarant'anni e partecipò ancor giovane, verso il 1990 alla vicenda dei due progetti SALT, oggi viaggia veloce verso le ottanta primavere. A questo punto non serve alcun processo partecipativo. Serve solo che la politica decida. Se si decide che queste strade debbono essere fatte le si faccia e chiuso. In caso contrario non se ne parli più. La politica deve chiudere la vicenda prendendosi le proprie responsabilità. Interessante semmai è notare che, mentre a Lucca ci siamo contorti per quarant'anni su questa faccenda, in una città vicina come Pistoia, l'asse Nord - Sud è stato fatto prima che il progetto SALT 1 fosse messo su carta e quello Ovest - Est è stato completato verso il 2015. Loro hanno finito, noi a malapena cominciato. CI mancherebbero le menate partecipative. La situazione è già sufficientemente ridicola così.

Anonimo - 05/12/2022 00:06

Gli altri post della sezione

Traffico in via di Tiglio

Leggo su un quotidiano onl ...

Ballano dieci milioni

in sintesi i fatti - nel ...

Le città turistiche

Ha presente Venezia? Ci so ...

Quale turismo per Lucca ?

Si parla spesso di Lucca s ...

Eppure

Eppure con le famose lucin ...