• 8 commenti
  • 04/12/2022 20:02

La collinetta scivola e sembrano vani i tentativi di rimediare all'irrimediabile

Ieri pomeriggio l'acqua tracimava dal tetto piano della galleria da tutte le parti, lungo praticamente tutto il suo tragitto, e gli operai prontamente accorsi si devono essere resi conto che anche la collinetta stava lentamente scivolando verso la Galleria. Allora hanno scavato lungo il versante ovest della collinetta dei lunghi solchi di terra paralleli al suolo per trattenere l'acqua e nel solco più in basso hanno infilato un cordolino di metallo, al fine di meglio trattenere l'acqua; purtroppo la lamiera sporge e sembra fatta apposta per far inciampare e ragazzi e magari tagliarli se ci cascano sopra. La Galleria coperta non finisce mai di stupirci, bravi gli operai a escogitare questi accorgimenti, ma non basta l'ingegno quando si tratta di cercare di rimediare all'irrimediabile. Cosa aspetta la nuova amministrazione a prendere le distanze da questa opera, ad esigere dall'Erp il resoconto dei costi, a chiarire una volta per tutte alla città, che ha il diritto di saperlo, se è conforme o no, e conseguentemente se è collaudabile o meno. E se non lo fosse?

I commenti

Suvvia.... la galleria che sia il male di tutti i mali è francamente esagerato , ma ormai è lì e dovrà essere trovato un modo per utilizzarla .
Ammetto che l'eredità di Fagiolino da Pistellone è pesante , ma non si può neanche pretendere di abbatterla

Gino il contadino - 06/12/2022 04:44

Non ci sono alternative: demolire! Demolire e ripristinare. È anche economico: demolire costa molto meno che rabberciare il malfatto. Demolire e basta. Va spiegato bene, ma va fatto. Prima si fa meglio è.

Anonimo - 05/12/2022 15:49

Non andava costruita e basta!!! Né al posto del pioppo né della Montagnola!

Anonimo - 05/12/2022 10:30

Si permette di ricordare assai male, perché sia nel progetto preliminare che in quello definitivo la Galleria era prevista dove effettivamente è stata fatta. Lei fa confusione con la strada antincendio dei vigili del fuoco originariamente prevista sul lato est del parco. Non c'è stato alcun ascolto dei cittadini, contrariamente a quello che lei e la passata amministrazione ha sempre cercato di far credere. Perfino lo spianamento della montagnola, originariamente previsto, era già stato cancellato quando il progetto è stato presentato per la prima volta, nel maggio 2018. Alla petizione del 2019, che, molto prima che iniziassero i lavori, chiedeva che la galleria non fosse fatta, il Comune non ha mai stato risposto, e i cittadini erano fortemente contrari anche alle modifiche fatte con la variante esecutiva del 2021, che ha traslato parte della galleria nei giardini delle scuole. Questa opera è una tragedia da qualunque parte la si guardi, e i responsabili hanno voglia di cercare di tirarci dentro ora i cittadini ora la nuova amministrazione: la storia non si riscrive a proprio piacimento.

Uno di S.Concordio - 05/12/2022 08:46

Mi permetto di ricordare che nel primo progetto la galleria doveva passare lungo il giardino delle scuole medie, ovvero dalla parte opposta del parco e lontana dalla montagnola. Il canaio fatto per "salvare" un pioppo di nessun valore indusse la flaccida amministrazione Tambellini a far spostare la galleria sul lato delle elementari, con riduzione del giardino e posizionamento peggiore. Dal canto suo il pioppo "salvato" ha dimostrato di non volersi far salvare e nello scorso autunno si è sradicato travolgendo la vecchia pensilina dell'autobus. Così non abbiamo il pioppo e abbiamo la galleria sul lato sbagliato. Esempio fulgido di urbanistica partecipata.

Anonimo - 05/12/2022 00:30

ANSA 4 dicembre 2022 - Giornata del Suolo, in Italia persi 2 metri quadri al secondo - Il Wwf chiede una legge contro il consumo del suolo (...)
L'insostenibile homo scemens!
Passerà come sono passati i dinosauri.

... - 04/12/2022 23:13

Cementeranno tutti i Chiariti, spianeranno la Montagnola e abbatteranno l'Esselunga e le scuole, per poi riedificare la prima al posto delle seconde.

Infine costruiranno, tutto sopra ed attorno alla galleria coperta, una seconda galleria coperta, grande come la piazza coperta, così che non piova dentro la galleria coperta. Ah, coperta.

Prima di questo casino a San Concordio la parola "coperta" mi faceva venire in mente calduccio in inverno, cioccolata calda e grandi scopate, ora mi viene in mente solo tristezza.

Anonimo - 04/12/2022 21:25

nel suo discorso alla stmpa in cui annunciava che tornava a fare politica, parlava anche di un lascito di opere fatte. Si riferiva a questo o a qualche altro disastro?

anonimo - 04/12/2022 20:09

Gli altri post della sezione

Traffico in via di Tiglio

Leggo su un quotidiano onl ...

Ballano dieci milioni

in sintesi i fatti - nel ...

Le città turistiche

Ha presente Venezia? Ci so ...

Quale turismo per Lucca ?

Si parla spesso di Lucca s ...

Eppure

Eppure con le famose lucin ...