• 0 commenti
  • 07/06/2023 16:03

Il centrosinistra incalza l'assessore Minniti

Il centrosinistra incalza l'assessore Minniti: "Oltre che assenteista dice anche cose non vere, non ha mai avuto seguito il suo impegno del 28 aprile di venire a relazionare in commissione. Perché scappa al confronto?”


"Oltre che assenteista, il vicesindaco e assessore al sociale Minniti dice anche cose non vere: nonostante le sue promesse da marinaio, continua infatti a disertare i lavori della commissione sociale e sanità. Perché scappa al confronto? E a pagare le sue assenze sono le famiglie lucchesi, che ancora non sanno come devono affrontare i tagli di 700mila euro alle politiche di sostegno ai nuclei familiari, che la giunta ha deciso al momento dell'approvazione del bilancio comunale".

Sono i consiglieri comunali dei gruppi del centrosinistra (PD, Lucca Futura, Sinistra con Lucca-Sinistra civica ecologista, Lucca è un grande noi, Lucca civica-VOLT-Lucca popolare), a ritornare sulle reiterate assenze del vicesindaco Minniti agli appuntamenti istituzionali per le deleghe che lo riguardano.

"Lo abbiamo detto e lo ripetiamo: di fronte alla crisi che non risparmia neppure il nostro territorio, a Lucca non ci possiamo permettere un assessore al sociale part-time e non raggiungibile e con la testa a poltrone future, ma abbiamo invece bisogno di un rappresentante istituzionale che viva il suo impegno a tempo pieno e con dedizione - proseguono i consiglieri del centrosinistra - A fronte del nostro primo richiamo pubblico, lo scorso 28 aprile Minniti rispondeva impacciato: "Quanto alla commissione sociale, proprio questa mattina mi sono incontrato col presidente, per concordare una data in cui presentare i risultati finora ottenuti e le linee di azione dei servizi sociali". I fatti hanno dimostrato che si trattava di una bugia e dell'ennesima strategia per prendere tempo, perché evidentemente incapace di rispondere ai nostri quesiti: dopo quaranta giorni, dell'appuntamento di confronto richiesto dall'opposizione ancora non c'è stata traccia. E la domanda che nasce spontanea è: a parte i tagli ai servizi sociali e la “sfortunata” ordinanza contro il degrado, annunciata in pompa magna e poi fatta morire in sordina con l’annuncio di una revisione del regolamento di polizia urbana per il dicembre scorso e naturalmente rimasto lettera morta, cosa ha fatto l'assessore Minniti in un anno di mandato? Ai cittadini rimandiamo l'evidente risposta".

“Cosa intende fare l’amministrazione comunale per garantire i livelli dei servizi sociali dopo il pesante taglio voluto dalla destra in sede di approvazione di bilancio? Cosa intende fare per riassorbire la lista di attesa di più delle cento famiglie con non autosufficienti, che attendono che  il proprio congiunto sia inserito in una struttura protetta? - incalzano i consiglieri del centrosinistra - Torniamo a dire che su queste e molte altre criticità vorremmo confrontarci assieme all’assessore Minniti. Purtroppo, nonostante i nostri inviti pure formali, il vicesindaco è nei fatti assenteista e si è presentato in commissione sociale solo una volta in un anno, disertando continuamente tutti gli altri innumerevoli appuntamenti. Non è così, noi crediamo, che si onora con serietà il proprio impegno istituzionale a favore dei cittadini.  Ci appelliamo quindi anche al sindaco Pardini: dimostri finalmente il polso per gestire la sua squadra, a fronte di evidenti e reiterati assenteismi che, come tutti ben sappiamo, purtroppo non riguardano solo l’impegno di Minniti”.

Gli altri post della sezione

Una semplice Domanda.

Ma se in una città dove e ...

finché dura

come i giocatori della nos ...

Appello a Luca Menesini

Siccome dipende da Lei e d ...