• 0 commenti
  • 21/07/2022 16:06

La crisi folle aperta da Giuseppe Conte in un momento di grandissima difficoltà

Buona Destra ha assistito attonita alle giornate di ieri e di oggi che hanno decretato la fine del
Governo Draghi per mano di Lega, Forza Italia e Movimento Cinque Stelle.
La crisi folle aperta da Giuseppe Conte in un momento di grandissima difficoltà per il paese stretto
nella morsa della crisi energetica, la crisi alimentare, il caro benzina e la guerra in Ucraina, è stata
sfruttata dal centrodestra per affossare il governo e con esso il paese.
Si tratta – sottolinea l’Avv. Kishore Bombaci, membro del Direttivo Nazionale e Segretario
Regionale toscano di Buona Destra – di un grave atto di irresponsabilità politica di chi ha anteposto
i propri interessi di parte all’interesse generale che era quello di procedere sul terreno delle riforme
varate dal Governo Draghi.
Ciò è quantomai grave anche in considerazione che proprio in questi giorni, si stavano studiando
misure di sostegno ai redditi più bassi, e di aiuto alle imprese e alle famiglie che pertanto si
vedranno private di quelle risorse così necessarie in questo momento.
Si tratta di un gesto che porta delle precise responsabilità politiche di cui dover rispondere davanti
al paese e ai cittadini.
Oggi più che mai – continua Bombaci – è necessario affermare l’esistenza di una destra altra da
quella che ha dato peggior prova di sé in queste ore. Una destra sinceramente liberale, europeista e
antisovranista che non ha niente a che fare con la destra populista.
Serve cioè, una destra di ampio respiro che esca dalla logica dell’eterno presente ma sappia
declinarlo in una chiave strategica e progettuale per immaginare e costruire l’Italia di domani,
E’ arrivata l’ora – prosegue Bombaci – di trarre lezione da ciò che è avvenuto e fare tesoro
dell’agenda Draghi e di quella esperienza di governo non solo per il prestigio e la credibilità del
premier ma anche e soprattutto per l’impulso fondamentale dato al riformismo democratico e
liberale di cui il paese ha estremo bisogno.
Occorre creare un fronte repubblicano che aggreghi quante più sensibilità comuni possibile attorno
ai temi che hanno costituito il baricentro di governo e che si proponga l’obiettivo di costituire
un’alternativa ai populismi tanto di destra quanto di sinistra che se anche dovessero vincere, di
sicuro non saprebbero convincere né tantomeno traghettare l’Italia in un momento così difficile.
Buona Destra c’è – conclude Bombaci – e si pone a servizio di questo progetto che riporti al centro
l’interesse nazionale in nome di un patriottismo che sappia unire e non dividere e che, soprattutto,
sappia porre l’interesse generale al centro dell’azione politica.
Avv. Kishore Bombaci
Buona Destra
Direttivo Nazionale

Gli altri post della sezione

Un gran bel parcheggio

Solo a Lucca il teatro com ...

Assessore imbarazzante!

Siamo caduti nel ridicolo. ...

A Panchieri. Con affetto

Io vorrei dare un suggerim ...

Sarzanese.. Far West

Via sarzanese è terra di ...

E la Manifattura ???

" Dopo l'estate il Patto P ...