• 7 commenti
  • 27/03/2024 12:17

Beatrice Venezi: sospesi i tre professori d'orchestra che la hanno criticata su Repubblica

l sovrintendente della Fondazione Orchestra sinfonica siciliana, Andrea Peria, ha sospeso dal lavoro e dalla retribuzione per una settimana due dei tre professori d'orchestra che il 24 gennaio scorso sul quotidiano La Repubblica avevano espresso critiche nei confronti della lucchese Beatrice Venezi giudicando la sua direzione dell'orchestra «non adeguata» e «incoerente con l'esecuzione musicale». Il terzo orchestrale è stato sanzionato con un solo giorno di sospensione. Il provvedimento disciplinare è stato assunto dal sovrintendente dopo avere chiesto spiegazioni ai tre musicisti che, con le loro dichiarazioni, avrebbero causato un danno di immagine al teatro. In particolare ai tre orchestrali è stato contestato di non avere espresso le loro riserve, nel corso delle prove, ai primi strumenti e alla stessa direttrice d'orchestra, incrinando il rapporto con la Venezi. Il sovrintendente Peria sottolinea che in caso di altre critiche incorrerebbero in ulteriori e più pesanti provvedimenti disciplinari. da la Nazione Lucca

I commenti

Poverella, una lacrima per la sua sofferenza.

Anonimo - 01/04/2024 18:57

Comunque le regole se sono quelle, ci sono delle cose che non so possono esternare in un giornale, potevano chiarirsi in privato. mica li ha sospesi lei i tipi.Chidsa quanti direttori ci sono non bravi ma magari non di destra e nessuno bugna

Io - 29/03/2024 11:39

Effettivamente la replica se la poteva risparmiare ,

elettore di cdx - 29/03/2024 10:40

Vada all'estero , lì sarà più apprezzata.

Ano imo - 29/03/2024 10:11

Una donna ferita, non accetta critiche, sfoggia la sua bravura e la sua bellezza, ma non sopporta le critiche, sento puzza di vittivismo e pubblicità. Comunque auguri per una carriera più che brillante.

Anonimo - 28/03/2024 15:54

...se non offende, possa criticare chi vuole. Poi, oh, magari la cosa è poco opportuna, ma non penso si possa tappare la bocca a nessuno. Poi ci faranno sopra un bel casino politico...

Anonimo - 28/03/2024 03:26

Rep. smonta le difese di Beatrice Venezi

La fatal Palermo non si arrende e non perdona. Repubblica, che due settimane fa ha lanciato il caso, torna su Beatrice Venezi, la consulente del ministro Sangiuliano per la musica classica, e prova a smontare le sue difese. La giovane direttrice, come si ricorderà, è inciampata sul podio della Sinfonica siciliana. Alcuni orchestrali hanno pesantemente criticato la sua direzione, sostenendo che “i gesti non sono coordinati con la partitura” ma lei non si è persa d’animo: “Mi attaccano perché sono una donna e perché sono di destra”, ha replicato. Oggi però, vigilia del secondo concerto al Politeama, Repubblica rincara la dose con un durissimo articolo pubblicato sull’edizione nazionale. Scrive Leonetta Bentivoglio: “E’ davvero in grado di condurre un’orchestra il maestro Beatrice Venezi, ben deciso a farsi chiamare al maschile fin dal Festival di Sanremo del 2021 che lo rivelò al grande pubblico, ammaliato dal suo fisico femminilissimo e dal suo gesto ostentato e marziale?”. Le risposte non tardano ad arrivare. Secondo Rep. l’essere donna non c’entra. “Di direttrici ce ne stanno in giro ormai tante e bravissime anche in posti di potere. Due esempi: Speranza Scappucci si muove nei maggiori teatri del mondo e ha meritato il titolo di ‘Principal guest conductor2 alla Royal Opera House di Londra; l’ucraina Oksana Lyniv si esibisce in luoghi mitici come il festival wagneriano di Bayreuth ed è direttore musicale del Comune di Bologna. Come loro ci sono altre musiciste autentiche ce si fanno amare e rispettare nel pianeta”. Repubblica non si ferma qui. In quanto al suo sentirsi attaccata musicalmente perché esponente della destra meloniana, “di insigni maestri del podio fascisti – continua Leonetta Bentivoglio – ce ne sono stati vari nella storia della musica, campo così ostico nel suo ferreo tecnicismo da prescindere dagli steccati. Herbert von Karajan fu membro del partito nazista, il che non gli impedì di avere trionfi pazzeschi anche dopo la guerra. Un direttore formidabile come il tedesco Christian Thielemann (1959) non ha mai nascosto le sue tendenze di estrema destra. Ma la sua qualità di musicista è così incontrovertibile che la sua fama vola altissima e dall’autunno prenderà il posto di Daniel Barenboim al timone della Staatsoper Unter del Linden di Berlino.

Resta la domanda-chiave, non di ordine politico ma professionale: “Beatrice sa condurre un’orchestra?”. Repubblica lascia la parola agli esperti. “Feroce il commento sulla sua ‘totale assenza di percezione musicale’ espresso dal compositore Franco Piersanti dopo un concerto in Senato. Drastici i critici Angelo Foletto (‘il braccio crea un disegno e la musica ne suona un altro’) e Alessandro Tommasi (‘di fronte a Venezi si ha la sensazione che l’orchestra imposti il pilota automatico e proceda autonomamente’). Attendiamo i suoi sviluppi direttoriali a Palermo e altrove”, conclude Repubblica.

https://www.buttanissima.it/rep-torna-su-beatrice-venezi-e-smonta-le-sue-difese/

Mah - 27/03/2024 23:13

Gli altri post della sezione

Perennemente sporco

in piazza San Michele dava ...

Più decoro!

Da mesi ci sono biciclette ...

Residui di verde mura

Ben vengano le manifestazi ...

Eureka! Alleluia!

Hanno iniziato la manutenz ...

C'era una volta

C'era una volta una strada ...