• 0 commenti
  • 26/05/2022 10:12

UN MUSEO DEVE AVERE LA SUA DIGNITA''A PARTIRE DALLA FACCIATA

Basta guardare la fotografia per capire come mai sia stato un buco nell'acqua. A destra della porta un manifestone pubblicitario permanente sorretto da un traliccio (anche lui permanente) in tubi Innocenti. Tutta la facciata usata come appoggio per biciclette. A sinistra della porta altro reggimanifesto (il manifesto rosso) che era tenuto in piedi da bozze in cemento (quelle usate per gli abusi edilizi negli anni settanta del secolo scorso). A completare l'infestazione di manifestoni altro aggeggio sempre a sinistra della porta (quello con il manifesto giallo). Il tutto allietato da alberi degni di un cesso di stazione (detto ritirata) piantati a casaccio da qualche maresciallo dell'esercito. Questi alberi impediscono la corretta visione della facciata (come il traliccio in tubi), ma nessuno pensava o pensa oggi a tagliarli. Se poi qualcuno fosse entrato nel cortile avrebbe visto altre biciclette appoggiate al muro a sinistra dell'entrata, con tanto di ciotole con cibo per gatti. Chi volete che sarebbe entrato in un troiaio del genere?!?!?!?!?!

Gli altri post della sezione

L'eredità di Tambellini

Ho trovato queste foto su ...

I tricicli di Bove

Non servono a nulla. Vende ...

10 anni senza idee

Alessandro visto che torni ...

NON SE NE POLE PIU’

Basta basta veramente ques ...

Marione 1 Alessandrino 0

Ha accesso più Alberi di ...