• 1 commenti
  • 02/08/2022 19:34

LUGLIO ALTOPASCESE: UN MESE DA TUTTO-ESAURITO AD ALTOPASCIO


Numeri in crescita per la manifestazione dell’estate di Altopascio, che quest’anno ha richiamato un grande pubblico. Grande attesa per Max Angioni il 31 agosto in piazza Ricasoli.


ALTOPASCIO, 2 agosto 2022 - Un Luglio altopascese da tutto-esaurito nella cittadina del Tau dove, per l’edizione 2022, si sono presentate in paese centinaia di persone, con punte di diverse migliaia nelle serate più attese e partecipate, molte delle quali provenienti da fuori comune e da fuori provincia. Bilancio di una manifestazione che per un mese ha attraversato il centro e le frazioni, con un appuntamento diverso a sera, chiamando a raccolta tutte le anime della comunità. Oltre 40 eventi, quasi completamente a ingresso gratuito, capaci di incontrare i gusti e le età più diverse, che andranno a chiudersi con lo spettacolo “Miracolato” di Max Angioni, celebre comico protagonista dell’ultima edizione di LOL - Chi ride è fuori. L’appuntamento, organizzato in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo, è il 31 agosto, alle 21.15, in piazza Ricasoli (biglietto unico 5 euro). «Siamo felici di questo lungo mese di eventi - commentano gli assessori Alessio Minicozzi e Adamo La Vigna -. Residenti e cittadini di comuni limitrofi o di altre zone della nostra provincia si sono dati appuntamento in paese e nelle frazioni per riconquistarsi una meritata normalità. Possiamo pensare che il Luglio altopascese abbia attirato almeno 20mila persone nei venerdì organizzati anche con la collaborazione dei commercianti del Centro commerciale naturale, a cui dobbiamo aggiungere gli spettacoli di Fondazione Toscana Spettacolo, i concerti del Francigena International Arts Festival e la splendida serata-evento di Pink Floyd History». «Abbiamo compiuto una scelta importante - prosegue il sindaco Sara D’Ambrosio - ovvero quella di rendere il Luglio altopascese, quindi la cultura e gli eventi, accessibili a tutti: la maggior parte delle serate non prevedeva biglietto di ingresso e il costo di quelle a pagamento ha oscillato tra 5 e 10 euro. Siamo partiti anni fa con l’idea di coinvolgere prima di tutto gli altopascesi, per abbracciare sempre più cittadini anche fuori comune e provincia. Per fare questo il Comune ha dovuto investire risorse proprie senza fare sconti sulla qualità: un modo per supportare anche i comparti della cultura, del turismo, dell’organizzazione di eventi e dello spettacolo maggiormente colpiti dagli effetti della pandemia. Una decisione in totale controtendenza rispetto a quanto accade vicino a noi, dove tanti eventi o festival sono a pagamento, con biglietti anche di diverse decine di euro. Fare questo per noi significa investire nella promozione del territorio, cosa che abbiamo fatto anche con la collaborazione con Wikipedro che ha raccontato con ironia e passione la nostra splendida Altopascio». «Il successo del Luglio altopascese - conclude D’Ambrosio - è stato possibile grazie alla nostra comunità: così i commercianti, i Centri Commerciali Naturali di Altopascio e di Spianate, la Fondazione Toscana Spettacolo Onlus, le associazioni Natura di Mezzo,  Alchemia, Avis, Fratres, Antitesi Teatro Circo, le associazioni sportive tutte, il Francigena International Arts Festival, i volontari di Nati per leggere e di Crescere lettori, il Comitato trattori d'epoca e trebbiatura, il corpo musicale G.Zei, la Misericordia Altopascio, l’Accademia Geminiani. Oltre a loro, preziosi sono stati i dipendenti del Comune: dal SUAP all’ufficio cultura e turismo, dalla Biblioteca comunale al settore servizi educativi, dall’ufficio lavori pubblici agli operai. E infine grazie ai cittadini. Tutti insieme si costruisce qualcosa di buono, siamo tutti coinvolti e tutti insieme abbiamo creato questo bellissimo puzzle che è stato il Luglio altopascese». 


I NUMERI DEL LUGLIO ALTOPASCESE. Le serate del venerdì organizzate dal Centro commerciale naturale di Altopascio - MamaMia on Tour e Killer Queen, Grande Gatsby, Notte Blu e Mathildis - hanno coinvolto migliaia di cittadini anche fuori provincia, raggiungendo 20mila partecipanti in totale. Molto bene anche gli spettacoli teatrali curati dalla Fondazione Toscana Spettacolo Onlus: Stefano Massini ha chiamato a raccolta oltre 300 spettatori, circa un centinaio hanno assistito alle evoluzioni dei Freakclown e quasi 250 persone hanno seguito Marco Brinzi nel suo itinerante “Aspettando Risciò”. Bella piazza anche per Anna Meacci con Festival Utopia del Buongusto; platea sempre piena per il Francigena International Arts Festival (circa 1000 partecipanti in totale); in 400 hanno cantato sulle note dei Pink Floyd History durante la serata curata da 9 Muse srl. Tutto-esaurito per il tradizionale concerto della banda altopascese (oltre 200 persone), mentre sono stati quasi 800 i cittadini che hanno partecipato alla cena “A tavola sulla Francigena”. In più di 300 erano i presenti alla cena a Spianate organizzata dal Centro commerciale naturale della frazione. Tanto pubblico, dai più piccoli ai più grandi per le serate pedagogiche e per le letture in notturna organizzate dai volontari di Nati per Leggere. Infine, chiusura in grande stile con l’evento Cartoon Village e Avis Altopascio, “Altopascio a cartoni”, e una piazza Ricasoli piena di gente.

I commenti

tutti quelli che non hanno trovato posto al summer festivalle

anonimo - 02/08/2022 19:36

Gli altri post della sezione

Per ogni nome una poesia

Pierpaolo Orlando, preside ...