• 5 commenti
  • 30/08/2022 18:59

Regole antibivacco a Lucca : linee guida per l’ordinanza

Il sindaco: «Firmerò indicazioni su come applicarlo. Non possiamo permettere che debbano essere i vigili a decidere chi sanzionare» LUCCA. Arriverà nella giornata di oggi l’interpretazione “autentica” della (contestata) ordinanza antidegrado. A firmare quelle che saranno formalmente delle “linee guida” (mentre l’ordinanza non cambierà) sarà il sindaco Mario Pardini. Ad annunciarlo, in apertura del consiglio comunale di ieri pomeriggio lo stesso primo cittadino, che ha preso la parola per chiarire la sua posizione su quello che è diventato argomento di dibattito anche al di fuori di Lucca. Pardini ha puntualizzato come i divieti contenuti nell’ordinanza (compreso quello di «sedersi») si riferiscano solo ai comportamenti che producono un effetto deleterio: «Lucca è una città accogliente. Ci si può sedere tranquillamente a patto che non ci siano comportamenti incivili». Comunque, ha proseguito il sindaco, «domani (oggi per chi legge, ndr) manderemo delle indicazioni, delle linee guida per l’applicazione dell’ordinanza. È una prassi usata anche nel 2019 per un’ordinanza sulle consumazioni alcoliche. Nessuno vuole dare alla polizia municipale l’onere di dover decider e quale comportamento è sanzionabile o meno». Risposta al sindaco è arrivata dal capogruppo del Pd Francesco Raspini che ha ribadito la contrarietà all’atto, «sia nel merito sia per come è scrito. Prendo atto che il sindaco fa una parziale retromarcia sull’ordinanza. Ricordo che il 99 per cento dei comportamenti che danno fastidio alla cittadinanza sono già vietati dal regolamento di polizia locale e talvolta sanzionati in maniera anche più pesante di quanto previsto nell’ordinanza». Come detto, il dibattito sul provvedimento continua. E ieri è intervenuto Potere al popolo, che ha attaccato sia l’attuale giunta di centrodestra, sia il centrosinistra guidato per dieci anni da Alessandro Tambellini. «Un atto assolutamente inqualificabile che colpisce però per alcuni aspetti significativi. In primis, come rivendicato dall'assessore Barsanti, l'ordinanza sarà applicata a discrezione degli amministratori. Tradotto: chi beve una birra sui gradini da persona "normale e educata" non sarà preso in considerazione, se però si alza troppo il gomito o ci si addormenta su un sagrato le sanzioni saranno ferree e immediate. Oltre all'atto palesemente discriminatorio fa amaramente sorridere lo sdegno dell'"opposizione" di centro sinistra. Proprio l'assessore Raspini con l'amministrazione Tambellini promosse nel 2018 il nuovo regolamento della polizia urbana, includente alcune prescrizioni del Decreto Minniti, compreso il Daspo urbano».

I commenti

Comunque mi sembra che si siano spostati davanti al loggiato, quindi sono sugli scalini.

L. - 02/09/2022 10:23

Praticamente il Sindaco deve perdere tempo a fare un elenco dettagliato di cosa si puo' fare e cosa no perche' i vigili non sono in grado di interpretare il codice civile e il regolamento comunale di polizia ? Attenzione non ho citato l'ordinanza che e' inutile, ho elencato due criteri che dovrebbero consentire a chi e' deputato a svolgere il compito di pubblico ufficiale, di discernere se una situazione sia classificabile come lecita o meno, nel rispetto delle regole e degli altri.
Evidentemente i nostri vigili urbani non sono ritenuti alla altezza, o sono impreparati, o sono maleducati ( e quindi non ci arrivano), o sono lavativi. Io fossi uno di loro mi offenderei, se fossi il capo dei vigili mi offenderei due volte....ma qui evidentemente non gliene frega niente a nessuno, basta avere il posto fisso.

Anonimo - 02/09/2022 09:57

Più palestre, più sport, più disciplina,meno barini ,meno briai, meno degrado , uguale: Lucca migliore

Anonimo - 31/08/2022 10:58

.... è in fondo normale che si producano ordinanze buone per essere usate al comodo! Appare infatti come sia discrezionale il decidere se sto bevendo una birra con atteggiamento da individuo dedito alla diboscia, oppure con il sussiego del perfetto lucchese della Lucca bene. Ho l'impressione che i vigìli passeranno la pratica al reparto comodo.

Anonimo - 31/08/2022 00:56

Mi sembra che ogni cosa considerata degrado sia già illegale: turbativa della quiete pubblica, insozzamento di suolo pubblico, ecc. Uno semplicemente non può trasformare una zona della città in un accampamento di fortuna, cioè per me potrebbe, mi importa na sega, vivi e lascia vivere, ma stando alla legge, non si può, ed è già illegale.

A che serviva un'ordinanza?

Anonimo - 30/08/2022 23:35

Gli altri post della sezione

A proposito di Bianucci

L'amministrazione di cui h ...

Pardini sei un pò lento

Caro Sindaco francamente p ...

commissariare

Lucca, per errore gli aspo ...

giusto

e' una vira che va commiss ...

La Pulizia in città

Cosa manca nell'approccio ...

Non ci prendete in giro!

Non ci prendiamo in giro. ...