• 0 commenti
  • 09/09/2022 19:19

“BOOM! La moda italiana” arriva a Lucca.

“BOOM! La moda italiana” arriva a Lucca.Al Palazzo delle Esposizioni di Lucca la mostra che celebra le origini del Made in Italy e omaggia Giovan Battista Giorgini

Taglio del nastro sabato 10 settembre alle 18. Ingresso libero

 

 

“BOOM! La moda italiana”, mostra che celebra le origini del fenomeno della moda italiana nel mondo e l’imprenditore che ha “inventato” la moda italiana all’estero: Giovan Battista Giorgini, arriva al Palazzo delle Esposizioni di Lucca dove apre sabato 10 settembre alle 18. È promossa e organizzata da Fondazione Banca del Monte di Lucca e Fondazione Lucca Sviluppo, insieme a CNA Federmoda, su proposta e ideazione di Sabrina Mattei, a 70 anni dalla prima sfilata nella “Sala Bianca” di Palazzo Pitti a Firenze e dopo essere stata ospite di Villa Bertelli a Forte dei Marmi (LU) proprio per celebrare le origini di Giorgini.

Tra le novità di questo allestimento la collaborazione con l’associazione “Amici del Foulard” di Firenze che porta in mostra 5 foulard in seta di Gucci, Schiapparelli, Capucci, Sorelle Fontana e Emilio Pucci. Già esposti a Villa Bertelli, Schubert, Ferragamo, Gucci sono autori di alcuni degli oggetti in mostra; collezioni pubbliche e private non solo toscane e fiorentine, ma anche provenienti dal nord e sud Italia, hanno aperto i propri archivi per partecipare con pezzi unici dalle loro collezioni. La mostra vede infatti il prezioso contributo delle seguenti aziende storiche fiorentine, che hanno fatto la storia della moda a livello mondiale e hanno aperto i propri archivi storici per la mostra: Atelier Giancarla Cecchi (sartoria di Alta Moda italiana), Mazzanti Piume (piume), Flora Lastraioli Studio & Atelier (lingerie), Mode Liana (Cappelli e accessori di modisteria), Verniani (Pelletteria di Lusso), del Museo Daphné della Moda e del Profumo di San Remo.

In esposizione anche gli scatti di un grande fotografo di moda: Mario Semprini, la cui figlia Marina ha aperto in esclusiva l’archivio di famiglia. E di Mario Semprini è la foto della modella con un abito di Schuberth simbolo della mostra. Tra le altre curiosità esposte c’è la Barbie originale del 1959, in omaggio alle donne americane che tanto apprezzarono il nostro Made in Italy. Una sala, con arredi vintage, sarà dedicata alla proiezione di alcuni filmati d’epoca provenienti dall’Istituto Luce e da Rai Teche.

Il progetto è partito nel 2021 con il convegno “BOOM! La moda italiana - Economia e rinascita” tenutosi nel settembre 2021 a Villa Bertelli (Forte dei Marmi) per celebrare due ricorrenze: il settantesimo anniversario della prima sfilata di moda che Giovan Battista Giorgini realizzò, il 12 febbraio 1951 a Villa Torrigiani a Firenze, dando di fatto il via al primato della moda italiana sul panorama internazionale, e il cinquantesimo anniversario dalla sua scomparsa.

La mostra “BOOM! La moda italiana”, parte dello stesso progetto, volutamente si svolge quest’anno, sempre in omaggio all’imprenditore fiorentino che nel 1952, 70 anni fa, organizzò l’evento con i buyer internazionali nella famosissima “Sala Bianca” di Palazzo Pitti. Giorgini è infatti senza dubbio colui che ha acceso i riflettori internazionali sulla unicità della moda italiana e, in tema di anniversari, Lucca non potevano non celebrarlo, dal momento che le sue origini sono lucchesi e i suoi natali a Forte dei Marmi (LU).

L’esposizione lucchese presenta anche un calendario di eventi collaterali: una business street, una rassegna cinematografica e la pubblicazione del catalogo, edito da Franche Tirature, con contributi di: Barbara Borsotto, Paolo Romano Coppini, Andrea Giuntini, Paola Goretti, Sabrina Mattei, Letizia Pagliai, Guido Pautasso.

Il comitato scientifico del progetto è composto da: prof.ssa Madeleine Kaplan, Resident Director - FIT in Florence (State University of New York); prof. Romano P. Coppini, Facoltà di Scienze Politiche - Università di Pisa; prof.ssa Letizia Pagliai, Dip. Management dell’Università di Torino; prof.ssa Beatrice Romiti - Università La Sapienza Roma;dott. Guido Pautasso, Fondazione Thayaht & Ram; prof. Andrea Giuntini, Facoltà di Economia - Università di Modena e Reggio Emilia; Carlo Fontana, direttore Testate regionali RAI; dott. Antonio Franceschini, Responsabile nazionale CNA – Federmoda; dott.ssa Barbara Borsotto, Creative Director Atelier Daphné Sanremo.

“BOOM! La moda italiana” è realizzata anche grazie al contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Italian Trade Agency, Be IT, Consiglio Regionale Toscano, Fondazione Ferragamo, Foto Locchi Archivio Storico e molti altri partner, tra i quali FIT New York, OMA, Artex, Its MITA Academy, Lucca Artigiana, Bella, Associazione amici del foulard, Associazione culturale la Baracca e Filippo Forte dei Marmi. Protagonisti dell’esposizione sono gli archivi di Fondazione Ferragamo, Flora Lastraioli, Mode Liana Firenze, Giuliacarla Cecchi, Mazzanti Piume, Verniani, Museo Daphné, Associazione amici del foulard, oltre a collezioni e archivi privati del territorio nazionale.

 

“BOOM! La moda italiana”

 Palazzo delle Esposizioni di Lucca, piazza San Martino, 7, 55100 Lucca

Apertura sabato 10 settembre ore 18, chiusura domenica 16 ottobre.

Orari di apertura: giovedì e venerdì 15,30-19,30. Sabato e domenica 10,30-13 e 15,30-19,30.

Ingresso libero.

Per informazioni: T. +39 0583 464062, mostre@fondazionebmluccaeventi.it

www.fondazionebmluccaeventi.it,

www.facebook.com/FondazioneBML,

www.facebook.com/palazzoesposizionilucca,

www.instagram.com/palazzoesposizionilucca

Gli altri post della sezione

Non vi lasceremo sole

Non vi lasceremo sole Tam ...

NATALE AL MUSEO

In vista del Natale il mus ...