• 0 commenti
  • 04/10/2022 15:21

Sistema Ambiente: una guida a portata di app per il compostaggio domestico

Rifiuti organici, 9 Comuni su 10 sono in regola con l’obbligo di raccolta.
E ora per semplificare il compostaggio domestico arrivano la Guida a portata di app e l’Albo digitale dei compostatori

L’umido rappresenta il 40% della raccolta differenziata. Per aiutare i cittadini a ridurlo, Junker app e Sartori Ambiente lanciano una Guida al compostaggio domestico, sempre accessibile in app e disponibile in 3 lingue. E per rendere più semplice il monitoraggio delle utenze virtuose da parte dei Comuni nasce anche l’Albo Compostatori Digitale.
*****

Una Guida al compostaggio domestico, firmata Junker app-Sartori Ambiente, esaustiva, chiara e sempre a portata di mano, anzi di smartphone, a supporto dei tanti cittadini che effettuano il compostaggio domestico con le compostiere Sartori Ambiente. E una versione digitale del Registro compostatori, in cui tutti i cittadini che posseggono una compostiera possono iscriversi, per monitorare meglio i loro progressi. Queste le novità digitali messe in campo da Junker app per sostenere la diffusione del compostaggio domestico, una buona pratica circolare, facile e a costo zero, in grado di ridurre considerevolmente la quantità di umido prodotto in Italia (che oggi rappresenta oltre il 40% del totale della raccolta differenziata).

LA COMPOSTIERA SARTORI AMBIENTE
Produrre compost nel proprio giardino è una soluzione pratica per gestire i rifiuti organici della cucina e dell’orto. Grazie alla linea Horto viene riprodotto il ciclo naturale di interscambio tra il compost, il terreno e l’atmosfera. Le compostiere sono realizzate totalmente in polietilene riciclato e riciclabile, proveniente da rifiuti selezionati post-consumo direttamente da REVET e certificate “Plastica Seconda Vita”.
Inoltre, la compostiera è capace di ridurre le emissioni clima alternati, ad esempio la Horto 300 permette un risparmio annuale di 53,45 chilogrammi di CO2 equivalente.
Un ciclo davvero virtuoso.

RACCOLTA ORGANICO, COMUNI E CITTADINI Più VIRTUOSI
Dal 1° gennaio, prevedere una raccolta separata per la frazione umida dei rifiuti domestici è diventato obbligatorio. La maggior parte dei Comuni italiani, per fortuna, si è mossa per tempo e oggi, in base al censimento effettuato dal team di Junker per CONAI, quelli in regola sono oltre 7mila, più del 90%. Ma che cosa possono fare, intanto, i singoli utenti per ridurre la frazione umida?

La prima azione passa attraverso la lotta allo spreco alimentare, poi interviene il compostaggio domestico
. Ma, per far decollare questa prassi virtuosa, è necessario mettere in condizione i cittadini volenterosi di reperire in modo chiaro e veloce tutte le informazioni per produrre un compost di qualità. Ecco perché la popolare piattaforma per la raccolta differenziata e l’economia circolare Junker app, in collaborazione con Sartori Ambiente, ha deciso di rinnovare la sua tradizionale Guida al compostaggio domestico e metterla a disposizione di tutti gli utenti.

IL COMPOSTAGGIO DIGITALE
La compostiera Sartori Ambiente è nata alla fine degli anni novanta e ancora oggi risulta essere uno strumento apprezzato sotto tutti i punti di vista.
Da oggi diventa digitale: la produzione del compost si trasformerà in un dato grazie al codice univoco che contraddistinguerà ogni compostiera, permettendo così una gestione precisa e puntuale di tutti gli aderenti al registro compostatori.
Inoltre, la tecnologia del QR code, ci permette di offrire ad ogni utente di accedere a servizi a loro dedicati, tramite una semplice scansione…
…e accedere così al manuale di montaggio, alla guida al compostaggio, al registro compostatori.

LA GUIDA PER IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO
La Guida, che è tradotta anche in inglese e tedesco, è accessibile direttamente dall’app Junker, dal menu “Servizi”, in modo da poter essere sempre a portata di smartphone in caso di dubbi. Al suo interno gli utenti troveranno ogni genere di informazione, attendibile e validata a livello nazionale, per ottenere un compost perfetto: dalle indicazioni su quali rifiuti sono più adatti, al luogo migliore in cui posizionare la compostiera; da tempi e fasi del compostaggio, fino a una lista completa di FAQ. In questo modo sarà più facile conoscere e gestire le compostiere fornite da Sartori Ambiente.

L’ALBO DIGITALE DEI COMPOSTATORI ?
Insieme alla Guida al compostaggio domestico, il team di Junker app presenta anche un nuovo servizio aggiuntivo, a disposizione degli oltre 1200 Comuni abbonati alla piattaforma. Si tratta dell’Albo Compostatori Digitale, la versione digitale del registro compostatori comunale, in cui sono iscritti tutti i cittadini che hanno richiesto una compostiera per il giardino o il balcone. Il principale vantaggio è che le utenze domestiche interessate si registrano autonomamente all'Albo, facendo richiesta in app. In questo modo è più semplice tenere traccia del numero di compostiere fornite e delle utenze che svolgono il compostaggio. Impostando poi regolari scadenze per i controlli, sarà possibile verificare la qualità del compostaggio domestico effettuato e raccogliere dati importanti a fini statistici e di campionamento.

“Sistema Ambiente è partner di Junker da sempre - spiega la dirigente tecnica dell’azienda, Caterina Susini -. Insieme abbiamo affrontato numerose sfide per migliorare i servizi ambientali ed essere un valido punto di riferimento per i cittadini alle prese con la raccolta differenziata. Quello presentato oggi è un ulteriore passo in avanti per facilitare la gestione domestica dei rifiuti e incentivare sempre più persone ad affrontare il compostaggio domestico e a differenziare correttamente. Il comune di Lucca si distingue per numeri molto positivi, abbiamo sfondato quota 80 per cento (siamo all’83) e questo ha consentito a Lucca di essere il comune capoluogo più virtuoso della Toscana e non solo. Continuare su questa strada è il nostro obiettivo principale, farlo attraverso la tecnologia e le nuove soluzioni Junker-Sartori Ambiente sarà ancora più facile”.

“Il lavoro di squadra è parte essenziale del raggiungimento di obiettivi importanti e buone pratiche in campo ambientale - aggiunge l’assessore all’ambiente del Comune di Lucca, Cristina Consani -. Quello che presentiamo stamani è esattamente questo: la capacità di mettere insieme tre partner storici, Sistema Ambiente, Junker e Sartori Ambiente, con il supporto del Comune di Lucca, per definire una strategia ambientale sempre più capillare, puntuale, semplice da comprendere e da attuare per tutti, vicina al cittadino. Facilitare i meccanismi complessi, rispondere alle esigenze e alle segnalazioni dei cittadini, promuovere la raccolta differenziata in ogni occasione e utilizzare la tecnologia per rendere ancora più intuitivi tutti questi passaggi: il nostro lavoro per l’ambiente passa proprio da queste azioni”.

“In Junker crediamo davvero nell’importanza del compostaggio domestico per un’efficiente gestione della frazione umida organica”, sottolinea la responsabile comunicazione dell’app, Noemi De Santis -. “Siamo quindi molto orgogliosi di mettere a disposizione di cittadini e amministrazioni questi nuovi servizi, che rappresentano un ulteriore passo avanti nella direzione che, col nostro lavoro, perseguiamo da sempre: creare un modello nazionale, virtuoso e smart, di gestione dei rifiuti urbani, validando e convogliando le informazioni in un unico luogo virtuale: l’app Junker, appunto, sempre accessibile da tutti tramite smartphone”.

“Dal 2024 in tutta Europa scatterà l’obbligo di raccogliere in modo separato gli scarti organici tramite il servizio dedicato del Gestore o attivando il compostaggio domestico”, ricorda la responsabile commerciale area nord-ovest di Sartori Ambiente, Lara Bini -. “Nella nostra realtà il compostaggio domestico è un percorso nel quale dedichiamo da sempre tempo e risorse per promuovere una pratica che produce benefici sia economici che ambientali”.

“È particolarmente significativo il fatto che per recuperare e compostare gli scarti alimentari – spiega l’amministratore delegato di Revet, Alessia Scappini – si utilizzi una compostiera realizzata riciclando le plastiche degli imballaggi delle raccolte differenziate toscane: in questo modo si fa economia circolare due volte e si dà un messaggio forte al cittadino, che può vedere il risultato concreto del suo impegno nel differenziare i rifiuti”.

Gli altri post della sezione

Che belle luci

Una città davvero illumin ...

Le luci di Natale

Delicate, belle e soprattu ...