• 8 commenti
  • 02/11/2022 19:12

Ci ruberanno i Comics?

C.Cristofani
Magari a qualcuno, forse a tanti, la cosa non dispiacerà ma devo dire che da lucchese, non frequentatore dei Comics (che per i lucchesi non coinvolti nel business sono una grande rottura) il fatto che Giani sia venuto a vederli mi lascia un po' perplesso e pensieroso. E volendo anche un po' preoccupato. L'esperienza mi (ci) insegna che quando Firenze (Capoluogo regionale) si occupa di Lucca per noi sono sempre guai. Basta pensare ai disastri fatti da Rossi nella nostra sanità che l'ha devastata assieme a Tambellini ed a tutti i servizi che erano a Lucca e che oggi sono sparsi per mezza costa con decine di posti di lavoro persi per capire perché sono preoccupato. La politica, in particolar modo quella rossa (si fa per dire perché somiglia sempre più ad un sofisticato sistema di affari), ci ha sempre spogliato di quello che avevamo di pregio (complici gli inetti politici nostrani). A questo punto dirò che sono un po' preoccupato dal fatto che Giani abbia visto nei Comics un'occasione per portarceli via distribuendoli in mezza Toscana (ha anche accennato a questa possibilità) e quindi depotenziando l'evento. Darà 200.000 euro per i comics ma in contropartita cosa vuole? un posto nel CdA? due? già, credo che sia un caso unico che gli amministratori di una municipalizzata gestiscano una società governata dalla forza politica opposta alla loro e questo la dovrebbe dir lunga. Capisco (poco) ma posso giustificare la presenza di Vietina che ha dimostrato di sapere quel che fa ma la Fazzi che ci spiega? qualcuno può spiegarmi quale titolo ha per essere presidente di Lucca Crea? Una che si è sempre occupata di libri (veri) e forse ha letto Topolino da piccina e perché è presidente di una società non del suo partito? Pardini per essersi fatto vedere con Salvini (fatto deprecabile in assoluto) si dimise da Lucca Crea. E la Fazzi? chi la protegge? perché è sempre lì? Comunque questi sono discorsi che non servono a niente, sono bazzecole, quisquilie, pinzellacchere, di fronte al pericolo reale che i Comics finiscano alle Cascine a Firenze. Occhio perché la politica fiorentina se può ci frega e ci scipppa la manifestazione.

I commenti

I Coldplay a Lucca Comics?
Se lo sa Mimmo si incazza...

JD - 06/11/2022 17:41

certo, è una società . Gli utili servono a pareggiare i conti del Polo Fiere che il genio economico di Tambellini invece di chiuderlo per manifesta incapacità di produrre reddito (come tutte le fiere in Italia) ha preferito continuare a finanziarlo drenando risorse tramite gli utili di Lucca Crea. D'altronde geni si nasce...... e poi si diventa ispettori o commissari

Anonimo - 06/11/2022 12:18

Città invasa da una folla festosa di Coldplay. 300.000 biglietti venduti, un indotto che fa gola, per 5 giorni a molti lucchesi.
Ma si può sapere quando è stato incassato?
Quanto è rimasto nelle casse di Lucca Crea?
Ma Lucca Crea in che ragione giuridica si pone nei confronti del Comune?
E se ci sono degli utili, immagino che c'è ne saranno eccome, come vengono reinvestiti a favore della collettività?
A tutte queste domande mi piacerebbe fossero date risposte.

Rosatellum - 06/11/2022 09:57

NON DICIAMO METASEGATE
vedremo....evidentemente non conosci le potenzialità del metaverso e soprattutto il mondo che frequenta i Comics.
Ovviamente spero di sbagliarmi.

Anonimo - 04/11/2022 08:49

Il meta che?!?! Ma non scherziamo!

PS Lucca non è un "centro storico medioevale".

Anonimo - 04/11/2022 01:07

L'unicità di Lucca Comics (ad esempio rispetto a Romix) è il fatto che la manifestazione si svolge in un centro storico medioevale con le mura intorno da fare da sceneggiatura. Ed è quello che non capiscono le persone che vorrebbero la manifestazione esternamente alla città (idem il Summer Festival). Se facessimo la manifestazione lontanto dal centro si correrebbe veramente il rischio di essere fagocitati, in quanto una location vale l'altra ed anzi Lucca mostrerebbe tutte le sue debolezze in fatto di collegamenti e parcheggi. Piuttosto è opportuno investire in infrastrutture sia nel centro storico (eliminando più tendoni possibili) che all'esterno (creando aree parcheggi scambiatori ed individuando una area alternativa per i games).
Il vero pericolo per Lucca Comics per me è piuttosto rappresentato dal metaverso. Ho paura che in un futuro (non so quanto prossimo) la manifestazione si svolgerà si a Lucca, ma senza nessuno presente.

Anonimo - 03/11/2022 09:14

Forse non si rende conto quanta gente c'è la dentro che fa parte del sistema, sopratutto di coloro opposto al Barsanti, bastava leggere il cartellone all'ingresso della mostra a Palazzo Ducale.
Se non sbaglio c'era anche un candidato nella lista dell'ex assessore Lemucchi, Lucca Civica-Lucca Popolare-Volt, che da tempo immemorabile gli vengono attribuiti incarichi in modo diretto, di anno in anno senza che sia reperibile uno straccio di documento.... ahhhhh la trasparenza, il merito, la rotazione.... ahahhahahah

Anonimo - 03/11/2022 03:04

Le cose veramente importanti le hanno già tutte a Firenze e Pisa, con qualche appendice a Siena o a Livorno (ma solo perché a Firenze, Pisa e Siena il porto non si può fare). Il grandissimo business sanitario, con i tre policlinici lo hanno già. I grandi porti li hanno già, gli interporti li hanno già, le grandi università le hanno già, le infrastrutture ferroviarie principali le hanno già, gli aeroporti li hanno già..... penso dei Comics interessi loro fino ad un certo punto. Anche se, viste le dimensioni del salone, cominciano a drizzare le antenne. Toscana Comics and Games?? No, non penso sia un loro vero obbiettivo. Certo, un paio di soggetti piazzati da qualche parte faranno loro piacere, ma nulla più. Se Lucca si trastulla con i Comics loro possono continuare a manovrare nelle vere stanze dei bottoni.

Anonimo - 03/11/2022 01:04

Gli altri post della sezione