• 5 commenti
  • 04/12/2022 13:20

Ucraina: l’Italia vota l’invio delle nuove armi

Ucraina: l’Italia vota l’invio delle nuove armi Notizia del giorno / Di Giustino D'Uva / 3 Dicembre 202 Il Consiglio dei Ministri, presieduto da Giorgia Meloni, ha approvato all’unanimità un Decreto Legge che autorizza l’invio di armi, mezzi ed equipaggiamenti militari al governo di Zelensky fino a tutto il 31 dicembre 2023. Il governo Meloni, dunque, si è impegnato formalmente con l’Ucraina a mandare armi a Kiev per almeno tutto l’anno prossimo, con sovvenzioni da decine, se non centinaia, di milioni di euro. Uno stillicidio di risorse Evidentemente a Meloni e soci non importa che l’Italia ha già sborsato l’enorme cifra di circa mezzo miliardo di euro per foraggiare la folle guerra di Zelensky e Nato; ciò, nonostante il Paese sia in forte crisi ed alle prese con problemi ben più pregnanti. Non sorprende che poi non ci sia denaro per fare fronte al caro bollette, all’aumento spropositato dei costi del carburante ed alla crisi occupazionale, perché quello che conta è fare la guerra alla Russia, costi quel che costi. L’Italia utile idiota E non si dica più che mandare armi a Kiev serve a salvare il derelitto popolo ucraino; primo, perché Putin non avrebbe nemmeno lontanamente colpito i civili, secondo perché a Zelensky ed agli americani (veri fautori della guerra) non importa niente degli ucraini ma solo dei propri interessi geopolitici. Pertanto, si tratta di un conflitto perpetuato in tutti i modi pur di colpire il modello socio-politico russo e ciò che oggi rappresenta, come alternativa alla democrazia liberale di stampo occidentale. In questa strategia, chiaramente, l’Italia gioca il ruolo di pedina acritica, che deve obbedire pedissequamente al padrone americano, anche danneggiando i propri interessi diretti. Con buona pace di chi credeva che la Meloni avrebbe fatto l’interesse della Patria e degli italiani. Invero lei continuerà, sulla falsariga di Draghi, ha perseguire gli interessi di Nato, Stati Uniti e Unione Europea, trascinando il Paese in un pantano di dipendenza e sottomissione senza fine. https://www.2dipicche.news/ucraina-litalia-vota-linvio-delle-nuove-armi/

I commenti

Il Comunismo è per definizione, con i suoi pro e i suoi contro, quello teorizzato da Marx. L'ha inventato e dunque, ontologicamente parlando, "brevettato" lui. Non esiste un altro Comunismo a parte quello (tutt'altro che perfetto, ma Comunismo) di Marx. E quello, non è un'opinione, è un confronto tra dati di fatto, che non sia MAI stato realizzato. Il Comunismo ha caratteristiche precise (quelle codificate da Marx): e mai si è visto un Governo retto da tali caratteristiche. Quindi oh, a conti fatti, non è mai stato realizzato. E badi non lo dico gridando allo scandalo: il Comunismo ha delle vere genialate, che trascendono Economia e Politica e sconfinano nella Spiritualità, e ha altrettante falle. Ha più pro che contro secondo me, ma i contro sono grossi. Quindi non sono tra coloro che si "lamentano" che il Comunismo non sia mai stato realizzato, ma tant'è.

Anonimo - 05/12/2022 10:15

Mi scusi, Le posso fare una domanda?? Gliela faccio. Quale sarebbe il modello di comunismo realizzato cui ci dobbiamo riferire? Oppure anche Lei, come mi disse una volta un tizio di un centro sociale pisano, pensa che il comunismo non sia mai stato realizzato?!?

Anonimo - 04/12/2022 23:55

Si chiamano veline. Questa è una velina scritta a Mosca e tradotta in italiano. Se fosse ancora tutto su carta come trent'anni fa si potrebbe dire: da passare all'ufficio carta da culo!

Anonimo - 04/12/2022 23:52

La prego di differenziare tra Comunisti e Stalinisti. Il Comunismo è una filosofia politica (nel dettaglio, essa mira a diminuire il potere capitalista, al fine di evitare un mondo con pochi miliardari e miliardi di disoccupati/poveri). Basta leggere qualche libro per capire che quello dell'URSS era solo una forma di nazismo con un nome diverso e non c'entrava nulla col Comunismo. Ci pensi, il nazismo usava come simbolo la svastica, ideogramma dell'India che implica vigore morale... che c'entrava con degli sterminatori genocidi? E nulla c'entrava il Comunismo con coloro che si sono professati tali. Poi oh, il Comunismo può non piacere o non piacere, ma non c'entra con l'URSS. Nel Comunismo (prima filosofia e solo dopo modello economico) la persona è al centro, non il regime, o gli ideali, o i soldi. Nell'URSS era esattamente l'opposto. Stalin è responsabile della morte di un numero di persone che va dal triplo a sette volte (circa) i nazisti e la Seconda Guerra Mondiale nella sua interezza. E' schifoso che abbia copiato il nome di una filosofia politica che di base era assolutamente pacifista.

Su ogni altra cosa mi trovo in assoluto accordo con lei.

Anonimo - 04/12/2022 19:38

Putin, la Russia e tutti i suoi lacché in Italia ed in Europa andrebbero spazzati via. Comunisti/fascisti da cancellare dalla storia e dai libri di scuola. TSO obbligatorio per chi li appoggia.
Brava Meloni!!!!!!!!!!!

anonimo - 04/12/2022 16:29

Gli altri post della sezione

Il marito le chiese:

Il testo biblico di oggi ...

CIAO, SONO L’ANSIA

CIAO, SONO L’ANSIA. S ...