• 1 commenti
  • 25/06/2022 15:31

Il tuo voto conta! domani vai a votare.......

Certo che siamo un popolo di persone ben strane a veder bene. Abbiamo un'opinione su qualunque cosa, dalla guerra in Ucraina ai Palestinesi, alla formazione della Nazionale di calcio ed anche sul curling, dopo le ultime olimpiadi invernali. Sappiamo esattamente che governo dovrebbe esserci in Italia e quali riforme istituzionali europee servirebbero a far finalmente gli Stati Uniti Europei; sappiamo tutto su pandemie, vaccini, cure e rimedi. Siamo insomma un popolo "eccezzzzionale veramente" come avrebbe detto Diego. Poi però quando ci sono le cose che contano e che ci obbligano a fare delle scelte importanti per il nostro futuro iniziamo a balbettare con i "si ma" i "forse" i "ma tanto non cambia nulla"" e la metà di questo popolo di santi, poeti e navigatori si liquefà in una più inutile, scontata e devastante rinuncia, per la democrazia, al proprio diritto/dovere di voto. Non decidere è divenuta la nostra caratteristica e specialità: ci dividiamo su tutto e non decidiamo, per poi avere l'alibi del "io ero contrario" senza però averlo manifestato nell'urna. Un popolo "senza palle", oserei dire, almeno per quel riguarda una grande maggioranza, che non si vuol assumere responsabilità. Domani a Lucca si vota e temo il solito copione: una parte, estremamente politicizzata, che andrà a mettere una croce su un nome come da direttive di partito ed un'altra che si dividerà in due monconi: quello più attento alla vita della città degli ultimi anni e sostanzialmente critica sull'operato di chi ci ha amministrato ed uno che scetticamente non voterà. Non votare - una volta era reato - è un diritto; se vogliamo è anche una forma di dissenso verso tutta la politica che viene giudicata e vista, nel suo insieme, come una centrale d'affari - purtroppo con molte ragioni - che fa e disfà sopra e sotto il banco decidendo per strade che non vanno nella stessa direzione degli interessi dei cittadini. Ma la colpa di chi è? C'è il detto "ogni popolo merita i governanti che ha" perché quei governanti li ha nominati lui stesso. Però mi chiedo: se alle ultime elezioni non avesse votato meno del 50% della cittadinanza ma fossimo stati stati nel nostro fisiologico 70/80% non è che avremmo avuto dieci anni di vita cittadina migliore, più illuminata, migliori servizi e un generale aumento della qualità della vita? Ecco perché domani è importante andare a votare e mettere la croce su un nome. e cerchiamo di non mettere una croce sulla città...... 

C.Cristofani

I commenti

Non ci penso neanche.
Ho soppesato bene e con calma l'una e l'altra parte e mi fanno schifo entrambe.
Da una parte Raspini non merita di diventare sindaco, ha già fatto vedere benissimo ciò di cui è capace, cioè niente.
Abito nel centro storico e so quel che dico.
Cinque anni fa il PD tenne il comune per miracolo, avrebbe dovuto capire che qualcosa non andava, eppure oltre la battuta sulla Lucca Buona (dalla "brava persona" Tambellini non me lo sarei mai aspettato, vero Battistini?) negli ultimi 5 anni ha fatto anche di peggio.
Quella querela infame ad alcuni cittadini riguardo la distruzione del parco della Montagnola (fatta per niente) e la relativa ritrattazione su dettatura, è stata per me la conferma della loro idea ignobile del potere.

A destra invece arriva un Pardini "sceso dal cielo", imprenditore (non è un buon viatico, assolutamente: saper gestire un impresa non significa saper gestire un'amministrazione pubblica, anzi spesso è il contrario) e sostenuto da Salvini e da un centrodx da tempo votato solo a difendere arroganti e fuorilegge: il sostegno a Pardini da parte di Sgarbi, noto sfollavoti (non è mia, l'ho letta su internet) e persona odiosa, violenta e insopportabile, mi è bastato per capire che il mio voto a questi qua non lo do.
Cosa succederebbe se in città aumentassero certe risse destroidi e la giunta non dovesse o non volesse condannarne le gesta?
Il far west di violenza a Lucca non ce lo voglio, o perlomeno non voglio fiancheggiatori a Palazzo Orsetti.
In periodi cupi come questi non voglio autorizzare una giunta che si affida a degli estremisti solo perché la giunta uscente è del tutto incapace: una scelta simile fu fatta dagli italiani negli anni precedenti l'ascesa del fascismo e si è visto com'è andata a finire.

Alla luce di tutto questo mi spiace, ma stavolta non esprimerò voti.

Anonimo - 26/06/2022 16:11

Gli altri post della sezione

Il pulpito

"" “Non mi sembra un buo ...

Cosa farà ora Marcucci?

La non rielezione del ex s ...

Io ho votato

Poter esprimere liberament ...