• 0 commenti
  • 16/09/2022 15:37

Opposizione comunale polemizza per Assessore alla Festa di CasaPound

AD Conto Corrente a zero spese e se A sollevarla è l’opposizione con gruppi consiliari Pd, Lucca Futura, Sinistra con Lucca, Lucca è un grande noi e Lucca Civica – Lucca è popolare – Volt che intervengono sulle dichiarazioni raccolte dalla pagina Facebook Difendere Lucca da Casapound che l’esponente politico ha nei giorni scorsi rilasciato a Direzione rivoluzione, la festa che si è svolta a Grosseto, dove era presenta anche l’assessora Mia Pisano. “Si scrive centrodestra, si legge Casapound – dicono i gruppi di opposizione – Finalmente alla festa nazionale del movimento di estrema destra a Grosseto, l’assessore Fabio Barsanti apre il paravento e vuota il sacco: offende i cittadini che per due volte hanno eletto un’Amministrazione comunale di centrosinistra, che lui definisce “abusiva”; svela che l’operazione di Difendere Lucca è stata solo una maschera civica per rendere più presentabile ai lucchesi la candidatura di Casapound; rivendica che Mario Pardini è diventato sindaco solo grazie ai voti determinanti degli estremismi. Ora che il re è nudo, il primo cittadino anche stavolta non ha nulla da dire, rispetto ad un alleato estremista che non solo a Lucca, ma anche in giro per l’Italia, si comporta a tutti gli effetti come se fosse lui il vero vincitore delle elezioni comunali di tre mesi fa? Neppure stavolta ha qualcosa da ribattere a quello che dovrebbe essere un suo leale collaboratore, e che invece si comporta quasi come se fosse il sindaco effettivo, derubricando nei fatti la presenza di Pardini al limite di una carica di facciata?”. “I video con le dichiarazioni di Barsanti sono presenti nella rete, e ringraziamo l’impegno degli organizzatori della pagina Difendere Lucca da Casapound per averli raccolti e resi noti – proseguono i consiglieri di Pd, Lucca Futura, Sinistra con Lucca, Lucca è un grande noi e Lucca civica – Le frasi, che fino a quando i dirigenti di Casapound non rimuoveranno i video possono essere facilmente riascoltate, sono molto chiare e non lasciano spazio a fraintendimenti. “Lucca è stata governata per dieci anni dal centrosinistra in maniera abusiva, loro erano abusivi nel palazzo”, dice Barsanti. E ancora: “A Lucca il nostro movimento, Casapound, è diventato una sorta di lista civica, il gruppo consiliare divenne un anno e mezzo fa “Difendere Lucca” perché in previsione avevamo quella di fare una candidatura civica”. E inoltre: “Al ballottaggio abbiamo consentito al centrodestra di vincere le elezioni e adesso obiettivamente stiamo governando una città capoluogo di 90mila persone senza mai arretrare di un passo, dal punto di vista personale e culturale”. “Siamo delusi dalle offese che Barsanti riserva ai cittadini che hanno votato centrosinistra, che lui definisce “abusivi” – sottolineano i consiglieri di Pd, Lucca Futura, Sinistra con Lucca, Lucca è un grande noi e Lucca civica – È come se Barsanti dicesse: oggi i sindaci di Pisa, Pistoia, Massa, Arezzo, Siena, sono abusivi, perché esponenti di destra in città che per decenni sono state amministrate dal centrosinistra. Noi non si saremmo mai permessi un’affermazione del genere. E siamo preoccupati per l’ennesima umiliazione che questo esponente politico estremista riserva a Pardini: perché anche in questo caso, in giro per l’Italia, si comporta come se il vero sindaco fosse lui, e il primo cittadino nulla di più che il paravento formale dietro il quale Casapound si cela per rendersi presentabile ai lucchesi. Che dice Pardini di tutto questo? Interromperà finalmente il silenzio per dimostrare di avere il polso per non essere scavalcato dai suoi ingombranti e rissosi alleati? E cosa dicono i suoi attuali colleghi di giunta, e che ieri erano al suo fianco in minoranza, e che secondo le dichiarazioni di Barsanti facevano parte di una sorta di “finta opposizione”? Se ci sono, battano un colpo”. Rincara la dose il capogruppo Pd, Francesco Raspini, che in un post sui social pubblica anche il video che assevera la traslitterazione del comunicato congiunto, prima della rimozione: “È sorprendente vedere con quanta facilità e frequenza l’assessore Barsanti getti la maschera e dimentichi di essere un rappresentante di tutti i lucchesi e non solo di quelli che lo votano – dice Raspini – Quindi, siccome la città (secondo lui) non ha una tradizione di centrosinistra, negli ultimi dieci anni Lucca è stata governata da un gruppo dirigente di “abusivi”. In attesa di sapere cosa pensano di questa teoria i sindaci di Pisa, di Siena e di Pistoia (solo per rimanere in Toscana), vorrei chiedere al sindaco Mario Pardini se questo è il genere di dichiarazioni con le quali la sua giunta intende “riunificare la città” come lui ha candidamente auspicato nel corso del primo consiglio comunale”. “Inoltre, vorrei chiedere agli altri membri della attuale giunta che erano con lui in Consiglio Comunale nello scorso mandato, i quali in un altro passaggio dello stesso dibattito vengono bollati, di fatto, come finta opposizione se, in base alle pagelle assegnate dallo strabordante Barsanti, sono oggi classificati come “finti assessori” o “veri assessori”. In ogni caso – conclude – grazie all’assessore di Casapound per aver dimostrato che tutta quella faccenda di Difendere Lucca è stata una montatura per chi ha avuto voglia di crederci

Gli altri post della sezione

Non vi lasceremo sole

Non vi lasceremo sole Tam ...

NATALE AL MUSEO

In vista del Natale il mus ...