• 1 commenti
  • 06/10/2022 12:12

SUCCESSO PER ACILANDIA IL PROGETTO DI EDUCAZIONE E SICUREZZA STRADALE PER BAMBINI E RAGAZZI

SUCCESSO PER ACILANDIA
IL PROGETTO DI EDUCAZIONE E SICUREZZA STRADALE PER BAMBINI E RAGAZZI

LUCCA, 6 ottobre 2022 – Successo per Acilandia, il format pensato da Automobile Club di Lucca per insegnare e diffondere le buone pratiche di educazione e sicurezza stradale, rivolto ai bambini e ai ragazzi.

“Sabato scorso - commenta il direttore, Luca Sangiorgio - nel cortile della scuola media Carlo Del Prete circa 50 bambini e bambine tra i 6 e 13 anni hanno partecipato a Acilandia rispondendo a semplici quiz sui comportamenti da tenere in strada. Abbiamo ideato questo format per insegnare l’educazione stradale attraverso il gioco, per arrivare a tutti in modo semplice e diretto. Un format che può essere esportato ovunque, soprattutto a scuola ma non solo, arricchito dai tanti premi che abbiamo messo in palio come ACI Lucca”.

I QUIZ. I quiz erano divisi in tre fasce: per i bambini di prima, seconda e terza elementare; per quelli di quarta e quinta e per i ragazzini delle medie. A guidarli è stata Michela Del Bianco, responsabile dei progetti educativi per ACI Lucca: a lei il compito di spiegare ai partecipanti le regole della sicurezza stradale e a motivare i perché di eventuali risposte sbagliate.

PROMOSSI E BOCCIATI. Cosa fare se il semaforo è giallo? “Passo con prudenza” è stata la risposta più gettonata, ma anche la più sbagliata: il codice della strada infatti parla chiaro e dice che in caso di segnale giallo occorre fermarsi. Altri errori comuni sono stati riportati nell’identificazione dei segnali stradali di obbligo e quelli di pericolo. Cento per cento di risposte corrette alle domande “cosa devo indossare in strada la notte?” (giubbotto catarifrangente), “dove devo passare con la bicicletta?” (pista ciclabile), “cosa devo fare sulle strisce pedonali?” (guardare a sinistra, a destra e poi passare) e “cosa devo fare con semaforo rosso?” (fermarsi).
In dieci hanno ricevuto l’attestato per aver superato il test della sicurezza stradale con il punteggio di 5 su 5, senza sbagliare nemmeno una risposta.

“In generale - spiega Del Bianco - è emerso che bambini e ragazzi sono piuttosto preparati sulle regole della sicurezza stradale, ma è importante un lavoro costante per diffondere l’educazione stradale, sia in famiglia che a scuola. È proprio partendo dai più piccoli, facendoli riflettere sui buoni comportamenti da tenere in strada, in biciletta e o piedi, che si cominciano a formare menti consapevoli per i guidatori del futuro”.

Aci Lucca c’è. Da sempre molto impegnato sul territorio provinciale, l’Automobile Club lucchese promuove anche per questo anno scolastico appuntamenti, corsi e giornate pubbliche, aperte a tutti, di formazione, sempre utilizzando lo strumento del gioco e del divertimento, risultato in più occasioni molto efficace.

Per eventuali ulteriori informazioni: m.delbianco@lucca.aci.it

I commenti

A scuola per punizioni
Addestrare i bambini/ragazzi è molto buono.
Che dire di addestrare anche gli adulti?
Multa + 1 giorno a scuola con esame.
Rinfrescheremmo alcune regole che noi grandi abbiamo dimenticato volutamente.

Gianna - 07/10/2022 09:41

Gli altri post della sezione

Loges …cosa è?

Realizzato il Loges è sub ...