• 0 commenti
  • 02/07/2022 13:09

Il Comune di Porcari si è aggiudicato il finanziamento NextGenerationEu

Auditorium Da Massa Carrara, dal Pnrr 250mila euro per il miglioramento energetico
Il Comune di Porcari si è aggiudicato il finanziamento NextGenerationEu


Un auditorium Vincenzo Da Massa Carrara più efficiente dal punto di vista energetico, con un nuovo impianto di riscaldamento e raffreddamento, pannelli fotovoltaici, impianto di ricircolo dell'aria, nuovi corpi illuminanti e infissi. 

Sarà questo il primo effetto diretto del Piano nazionale di ripresa e resilienza sul Comune di Porcari, grazie al finanziamento da 250mila euro ottenuto dal settore lavori pubblici con la partecipazione al bando europeo NextGenerationEu rivolto alle proposte di intervento per la promozione dell'ecoefficienza e la riduzione dei consumi energetici nelle sale teatrali. 

Il progetto di fattibilità tecnico-economica ha convinto la commissione che non solo lo ha ritenuto idoneo, ma lo ha anche inserito tra quelli che riceveranno subito il massimo dell'importo previsto dall'avviso pubblico. 

“Questo risultato – commentano l'assessora al bilancio Roberta Menchetti e l'assessore ai lavori pubblici Franco Fanucchi – premia la capacità di individuare obiettivi realizzabili e necessari. Volevamo migliorare il nostro auditorium, sempre più frequentato e punto di riferimento per la vita culturale dell'intera provincia, tanto da aver ospitato anche una stagione di teatro professionistico in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo. La cultura e il rispetto della Terra crescono anche grazie all'ecosostenibilità degli spazi pubblici. Ringraziamo l'ufficio tecnico e l'ufficio cultura per il grande lavoro svolto, per la passione e la competenza nell'affrontare sfide sempre più ambiziose”. 

Nel dettaglio, il progetto prevede l'installazione di valvole termostatiche per la regolazione differenziata dei singoli termosifoni e dei piani. L'attuale boiler dell'impianto di riscaldamento, inoltre, sarà sostituito da un nuovo scaldacqua a pompa di calore, con un sistema di controllo centrale e smart. Sulla copertura si intende posizionare, inoltre, un impianto fotovoltaico da 11 kilowatt di potenza. 
L'aria sarà purificata e preriscaldata grazie a nuove soluzioni tecnologiche di sterilizzazione e sanificazione: in questo modo risulterà anche ridotto il fabbisogno di energia termica della sala teatro. 
Agli apparecchi fluorescenti ed alogeni oggi in dotazione dell'impianto illuminotecnico di platea e palco subentreranno corpi a led, più efficienti, che contribuiranno ad assottigliare il consumo di energia elettrica anche grazie a un mixer di gestione. Infine il progetto punta a combattere le dispersioni sostituendo o integrando gli attuali portoni di esodo, pur preservandone le caratteristiche architettoniche. 

Gli altri post della sezione

Per ogni nome una poesia

Pierpaolo Orlando, preside ...