• 0 commenti
  • 25/08/2022 10:34

Fondazione Ricci ETS, Le lettere tra Emma Corcos e Giovanni Pascoli

Fondazione Ricci ETS
Il Liberty a Barga

Le lettere tra Emma Corcos e Giovanni Pascoli, “Un uomo che non fa altro che schivare alla meglio gli assalti delle passioni del giovane ‘ardente’ che è stato”

Appuntamento con l’autrice Francesca Sensini giovedì 27 agosto alle 17 alla Fondazione Ricci (via Roma, 20 – Barga). Ingresso libero

 

 

Barga, 25 agosto 2022 – “Non c’è cosa più dolce” di Francesca Sensini sarà presentato sabato 27 agosto alle 17 alla Fondazione Ricci (via Roma, 20 – Barga). Il volume, edito da Il melangolo, raccoglie le lettere intercorse tra Giovanni Pascoli ed Emma Corcos.

 

“Gentile Ignota, nessuna gioia maggiore, anzi nessun’altra gioia è serbata al povero scrittore italiano, che quella che io ho avuto da lei. Sorprendere una conversazione sul fatto vostro e sentire che non si dice male, anzi si dice molto bene di voi… non c’è cosa più dolce.”

“Tra Giovanni ed Emma – spiega l’autrice - si instaura un dialogo che contende alle convenienze e alle formalità uno spazio umano suo proprio, dove ammirazione, amicizia e amore si intrecciano e sono espressi con luminosa franchezza, buttati con grazia determinata – quasi dei sassolini di richiamo segreto a una finestra illuminata ma tenacemente chiusa – addosso a un uomo che, da anni ormai, non fa altro che schivare alla meglio gli assalti ricorrenti delle passioni del giovane ‘ardente’ che pure è stato. Con la bellezza della verità, la sua evidenza umana e amorosa, Emma, ‘la gentile Ignota’ tira verso di sé, per il lembo della giacca un po’ stropicciata, il corpo vivo del poeta e, così facendo, lo tira anche verso di noi. E di questo davvero la ringraziamo”.

 

Francesca Sensini, già ospite della Fondazione Ricci nel 2021 per presentare il volume “Pascoli maledetto” (il melangolo), è professoressa associata di Italianistica all’Université Côte d’Azur. Le sue ricerche, di taglio comparatistico, sono incentrate sulla letteratura italiana dell’Ottocento e del Novecento, la ricezione del classico e degli studi di genere in ambito letterario. Tra le sue recenti pubblicazioni anche “La lingua degli dèi. L’amore per il greco antico e moderno” (2021).

 

L’incontro fa parte della rassegna “Itinerari letterari a Barga. Tra ville e angoli suggestivi”, organizzato dal Comune di Barga, dalla Pro Loco di Barga, dalla Fondazione Ricci, da Unitre Barga e dall’associazione Cento Lumi di Barga. I prossimi incontri: sabato 3 settembre alle 17 Vincenzo Pardini presenta “L’accecatore” (Pequad edizioni); sabato 1 ottobre alle 17 Giovanna Pellegrini presenta “Storia dell’altro millennio” (Amaducci editore).

 

Nella sede della Fondazione Ricci sono aperte a ingresso libero le mostre “La nuova Barga: architettura e arti decorative tra Liberty e stile eclettico (1900-1935)” e La città delle formiche e i 100 Buffardelli boschivi” di Marco Poma, fino al 26 settembre 2022, con i seguenti orari: venerdì 15,30-19,30, sabato e domenica 11-13 e 17-19.

 

Sarà inoltre presentato sabato 10 settembre alle 18 il catalogo della mostra “La nuova Barga. Architettura e arti decorative tra Liberty e stile eclettico (1900-1935)”, formato 24x30, pp. 432, con 1300 fotografie. A cura di Cristiana Ricci (le foto sono di Caterina Salvi), stampato da Maria Pacini Fazzi editore, edito dalla Fondazione Ricci con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e del Ministero dei Beni culturali, raccoglie una ricerca approfondita tra le oltre cento architetture realizzate e le storie familiari delle famiglie committenti. È in vendita alla Fondazione Ricci.

 

Info: 0583724357, fondricci@iol.itwww.fondazionericci.infoFacebook “Fondazione Ricci ETS”, Instagram “fondazione_ricci_barga”.

Gli altri post della sezione

UN TEATRO SEMPRE APERTO

UN TEATRO SEMPRE APERTODu ...