• 9 commenti
  • 16/12/2022 08:20

Luce natalizia contro il buio della guerra in Ucraina

A volte la gentilezza e la sensibilità umana non tardano ad evidenziarsi, di fronte a  tragedie di rilevanza mondiale.
Recandomi stamani alla Cereria Giannini, in via delle Cornacchie  a Lucca, per acquistare delle candele destinate ad una famigliola Ucraina, che ho ricevuto questa estate, poiché ultimamente la luce nella loro città è  divenuta un optional, ho ricevuto una cortesia.
Che non potevo lasciar inosservata.
La ditta, che produce candele dal 1879 ed ha stretta parentela con Santa Gemma, me ne ha regalato una scorta per inviarle a questa famiglia con ben 4 figli.
Che,oltretutto, hanno paura del buio.
Un piccolo atto consolatorio in un mare di barbarie, per una guerra purtoppo iniziata nel 2014: nel silenzio dei media e dei governi mondiali.
Che, volenti o nolenti, prima della pur condannabile aggressione russa, in otto anni ha fatto registrare migliaia morti.
Civili filorussi e bambini e minori di lingua russa ,certo ma, non per questo carne da cannone.
Una guerra che personalmente non capisco totalmente nel dettato di chi, dichiara di volere perseguire la Pace, continuando ad inviare miliardi di missili e micidiali armi all'Ucraina.
Che ha certo il diritto di difendersi ma non quello di chiedere al mondo le risorse per vincere una guerra contro la prima potenza bellica mondiale.
Che statene certi non abdichera'.
I vero pacifisti, trovo, non sposano alcuna bandiera mentre questo conflitto rischia, con gli armamenti inviati, non solo di accendere una possibile guerra atomica ma, oltretutto, di continuare a causare fra le parti migliaia di morti.
Anche oggi, mentre scrivo queste righe, leggo su Rainews che Kiev ha lanciato 40 missili contro i filorussi della russofona Donesk.
Ritornando a stamani ed al di là di tutto , è emerso un atto di umana bontà che ha inteso dare luce a chiunque, in quella terra martoriata ed a pochi giorni dal Santo Natale, al di là delle parti belligeranti, ha deciso di aiutare chi soffre.
Un sentito grazie a nome personale e di tutta la collettività lucchese.

?Massimo Raffanti

I commenti

Non ti commento neanche

Massimo Raffanti - 18/02/2023 14:33

E' piuttosto sgarbato rubare una frase fighissima al suo creatore senza chiederlo. E la sua frase è fenomenale. Quindi se contava di usarla in sue future pubblicazioni la lascio a lei con tutto l'onore che merita. facciamo così: la citerò, ma se mi verrà chiesto l'autore dirò di averla letta su internet. E' più onorevole che fingere paternità. Ma cavolo se è bella.

E poi sono totalmente d'accordo con lei. L'Ucraina non è un paese di santi, ma ciò che Putin sta facendo è su un livello totalmente diverso.

Sarebbe come dire che una donna italiana viene giustiziata che ne so in Iran perché non porta il velo o che ne so io, e noi tiriamo fuori bombe atomiche rubate alla NATO, vaporizziamo tutto dalla Palestina alla Cina, e poi iniziamo a costruire metropoli e pozzi petroliferi di cui esistevano guardacaso piani dettagliatissimi preparati per decenni, e realizzabili solo dopo aver vaporizzato la zona. E dicendo a tutti che era una ritorsione per le ingiustizie subite dagli italiani nella loro nazione. Imperdonabile far del male ad una nostra cittadina ma non potremmo certo spacciare le nostre azioni descritte nel mio scenario immaginario per una legittima rappresaglia.

Ok, inizia il lunedì... uff... ma almeno la Voce mi stimola la grinta.

Anonimo - 19/12/2022 05:39

Ci faccia un favore, vada a Lugansk a trovare il nostro concittadino pluripregiudicato di estrema destra scappato proprio nel Dombass...
poi ci faccia sapere cortesemente perchè costui è andato proprio li, e come se la passa e per cosa si batte...
Non serve molto, ma almeno ci provi a spiegare le motivazioni che spingono un estremista di destra ad andare in un luogo alquanto ostile dato che i nazisti ucraini (stessa fazione politica del pluripregiudicato) danno la caccia ai poveretti innocenti che parlano russo.
Non crede che abbia abboccato come un peciolino rosso alla propaganda ?
Ci faccia sapere, non vedo l'ora di leggere l'ennesima distorsione della realtà magari messa nero su bianco con tanto di copertina.

anonimo - 18/12/2022 17:20

Per fortuna pur esistendo gli ordini professionali (io appartengo ad uno di essi) ed esistendo ahimé anche quello dei giornalisti, non esiste un monopolio sull'uso dell'Italiano che è totalmente libero.

Anonimo - 18/12/2022 03:33

"I pacifisti forse non hanno bandiere, ma le persone pacifiche hanno una sola bandiera e non è quella di chi aggredisce"

Io ci ho messo un pippone lungo tre Km qualche commento più giù per dire la stessa cosa e l'ho comunque detta peggio. Frase fottutamente spettacolare. Ha il copyright o posso spacciarla per mia in futuro?

Anonimo - 17/12/2022 17:56

Me lo spiega caro Raffanti il senso di questa sua affermazione??? "...una guerra purtroppo iniziata nel 2014.....prima della pur condannabile aggressione russa, in otto anni ha fatto registrare migliaia morti...."

Secondo Lei cosa successe di preciso nel 2014 e cosa è successo nei successivi otto anni?

Un marziano che leggesse questa cosa che Lei scrive, vedendo dopo che Lei auspica che l'Ucraina venga schiacciata nel sangue (vuole l'Ucraina senza armi, ovvero incapace di difendersi), penserebbe che..... cosa penserebbe il marziano? Forse penserebbe che dal 2014 l'Ucraina abbia attaccato qualcuno, abbia ucciso qualcuno. O no? Ma scusi Raffanti, io nel 2014 ero proprio lì, in Ucraina, proprio quando le milizie senza mostrine, con tank e cannoni entrarono in Donbas. Le mostrine non le avevano, ma erano mandati da Mosca. La Russia è responsabile di tutti i morti. Non crede?
Chi sarebbe la prima potenza bellica mondiale? La Russia forse? Lei dice che l'Ucraina ha il diritto di difendersi, ma non ha il diritto di chiedere armi per vincere la guerra. Mah! Quindi secondo il suo bislacco assunto l'Ucraina ha il diritto di difendersi per perdere la guerra? Ma allora cosa si difende a fare? Che intende Lei per "vincere la guerra"? Per l'Ucraina, glielo spiego io, vincere la guerra vuol dire continuare ad esistere come nazione indipendente. Per la Russia invece vincere vuol dire far diventare l'Ucraina uno stato satellite. L'Ucraina si difende per esistere ed usa le armi in modo asimmetrico. Infatti, su richiesta degli USA, l'Ucraina non attacca il territorio della Federazione Russa, se non raramente, installazioni militari. Che succederebbe se domattina l'Ucraina lanciasse un centinaio di missili su Rostov o su Belgorod o su Kursk. Se li lanciasse intendo come fanno i suoi amici russi. Li lanciasse su tutto. Sulle scuole, sulle centrali elettriche, sugli ospedali, sulle case...... Guardi che nelle guerre normalmente chi è attaccato risponde colpo su colpo. Nella seconda guerra mondiale i tedeschi lanciavano bombe volanti e poi missili sulle città dell'Inghilterra e per risposta i britannici facevano i bombardamenti terroristici su Dresda, Amburgo, Berlino, ecc. L'Ucraina invece si difende e basta. Ma a Lei non va bene che l'Ucraina si difenda. Lei vuole che l'Ucraina muoia. Hanno tirato i missili su Donetsk? Donetsk è una città ucraina occupata dal nemico ed usata dal nemico per uccidere gli ucraini. Ovviamente l'Ucraina ha tutto il diritto di bombardare il suo stesso territorio occupato. I pacifisti forse non hanno bandiere, ma le persone pacifiche hanno una sola bandiera e non è quella di chi aggredisce.

Anonimo - 16/12/2022 23:23

La situazione attuale è dovuta fatto che dal 2014 al 2022 erano gli ucraini a bombardare i russofoni e i civili del Donbass . In quel periodo hanno sterminato 14.000 persone. Che non facciano gli angoletti ora solo perché hanno trovato uno che c’è L’ ha più grande di loro, l’arsenale su intende . Lo sterminio lo ha iniziato poroscenko e poi lo ha continuato il comico Zelenskyy con villa a forte dei marmi. Mi dispiace per gli ucraini ma oltre che difendersi dalle bombe dovrebbero imparare anche a difendersi da chi di approfitta di loro per i loro porci comodi. Eppoi Putin le bombe che sgancia le produce con i soldi suoi mentre quelle che sgancia Zelensky le paghiamo noi . La differenza non è da poco

Anonimo - 16/12/2022 22:24

Ho capito male o l'autore dell'articolo invita a sottomettersi alla Russia solo in nome del far cessare la guerra? Quindi siccome in un certo periodo storico il male è più forte dovremmo lasciarlo vincere? Io ad un mondo simile preferisco l'Olocausto Nucleare (ho familiarità con la morte e se è fin di bene non mi spaventa né la mia né quella di qualche miliardo di persone), chi sopravvivrà ripartirà da zero, erede della consapevolezza che se per mantenere la vita occorre piegarsi al male, quella non è vita, è male, e bisogna lottare fino alla morte. La pace ha senso di esistere solo se nasce dalla morte del male, non dal lasciarlo vincere piegandosi ad esso. E il male è un concetto poco chiaro, ma iniziare una guerra per scopi esclusivamente imperialistici per me è un piuttosto palese candidato. Putin io non ho idea di cosa abbia in mente ma questa guerra è ingiusta. O finirà con la Russia che la smette di essere così prepotente, o ci sarà l'escalation, e allora invece di un mondo pieno di bollette insostenibili, multe per aver guidato 1 km/h oltre il limite, settimane lavorative infinite per poi avere solo i soldi per mangiare un pacchetto di crackers, uomini deboli e donne stronze, giovani vuoti e vecchi rigidi, una Sinistra senza contatto con la realtà e una destra che pensa solo al business o a quanto le piaceva Mussolini, al posto di tutto questo, avremo solo una palla di fuoco, e poi la cenere, infine e un nuovo mondo creato da chi avrà avuto l'intelligenza di sopravvivere e il buon cuore di confederarsi con altri sopravvissuti. Io NON credo che ci arriveremo. Sono strasicuro che presto questa guerra si calmerà e la Russia scenderà a patti. farà un po' di voce grossa poi finirà tutto. Ma se fosse guerra atomica, pace: non so immaginare un mondo peggiore di quello in cui viviamo (tranne uno ipoteticamente dominato da Russia/Cina/Nazismo, e stiamo andando lì), ben venga un reset. Perfino se sarò tra i morti. Io valgo, in nome di nulla e per mano di nessuno accetterò di morire banalmente, ma se domani ci fosse la fine del mondo così che uno migliore possa nascere, me ne andrei sapendo che tutti dobbiamo morire, ma almeno l'Umanità avrà una chance. Ma arrendersi al male, collaborarci, MAI.

Fiat iustitia et pereat mundus.

anonimo - 16/12/2022 19:15

forse non ti è chiaro che la pace nel mondo è dovuta al possesso di determinate armi.
Se l'ucraina avesse ancora avuto i suoi missili balistici a testata nucleare, non so fino a dove si sarebbero spinti i Russi.
Sapete chi ha smantellato l'arsenale ? L'ex presidente fuggito in Russia con le valige piene di soldi, lo stesso che ha concesso la Crimea a Puttino.
Svegliati!

anonimo - 16/12/2022 14:47

Gli altri post della sezione

Corridoio ecologico

E' severamente vietato rac ...

IL PALCONE

Ieri ero in Piazza Grande ...

gli stadi

gli stadi sono a forme cir ...